lunedì 29 febbraio 2016

Opinione: Nero Elfico, di Daniele Picciuti

http://www.amazon.it/gp/product/8898036426/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8898036426&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)  
 
 

Ponte Spaccato è un villaggio sperduto di quattrocentocinquanta abitanti, un paese di fabbri, muratori, contadini, falegnami e artigiani, gente semplice che conduce una vita tranquilla. Finché non fa la sua apparizione Lacero, un mezz’elfo feroce e astuto, che nel giro di poco tempo riesce a diventare sceriffo. Lui e Violata, la sua donna, una spietata assassina, si trovano presto al centro di una serie di macabri e sanguinosi avvenimenti che sconvolgono la cittadina. Il Male stesso, nelle vesti di alcuni personaggi diabolici e perversi – il demone Scribacchio, la contessa Bianca, il mago Grimorio, il nano Toro-Dai, il Negromante – si abbatte su quella povera gente che, suo malgrado, dovrà fare affidamento, per la propria sopravvivenza, al “male minore” costituito dalla scanzonata coppia di criminali. Della partita saranno le terribili gemelle Coro, il Castigatore muto, il grosso Melmone e sua madre Poiana, e numerosi altri personaggi uno più improbabile dell’altro, fino a scomodare nientemeno che dei viaggiatori stellari. Presto, tutti comprenderanno che l’ago della bilancia in questo scontro è il Trono d’ossa, un antico artefatto che dà, a chi vi siede, il dominio sui morti.  

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° ° 
 
Ringrazio la Watson Editore per avermi permesso di leggerlo.
Un bel libro, piuttosto scorrevole, originale e piacevole...con dei 'ma'.
 
Parte senza preamboli e ti catapulta in questa storia, in questo luogo strano e dall'atmosfera fantasy-dark, dove qualcuno sta uccidendo delle giovani donne, e non se ne capisce il motivo.
Subito si darà la colpa ad uno dei nuovi arrivati, un elfo, Lacero, sicuramente non simpatico e non accolto bene dalla popolazione. Ma ci accorgeremo ben presto che sarà lui uno dei protagonisti di ogni racconto da lì in avanti.
 
Ci saranno varie storie, una diversa per ogni capitolo, ma sempre riguardanti Lacero e Violata, la sua donna. Due personaggi forti, direi anti-eroi perché pensano prima di tutto a loro stessi, ma non sono spietati e crudeli senza motivo...fatti per stare insieme, viste le stranezze che saltano fuori mano a mano sul loro carattere.
Storie in eventi temporali non necessariamente successivi di capitolo in capitolo, infatti spesso non si comprende bene se passano mesi o poche settimane.
 
Alcune storie sono migliori di altre, ma fino a metà sono piuttosto piacevoli e, piano piano, ci si affeziona a questi personaggi, tifando anche per loro.
Ci saranno molti nemici che faranno la loro comparsa, capitolo dopo capitolo, e con cui i nostri protagonisti dovranno aver a che fare. Alcuni interessanti ed affascinanti, altri meno e più noiosi.
Ma in linea di massima una bella storia, fin quasi la fine, dove, purtroppo, si perde un po' il senso del fantasy, sconfinando in territori ancora più 'estremi' e lontani, portando il lettore a staccarsi dalla trama e far fatica ad immedesimarsi.
E mi spiace molto perché, fino a poco prima, era interessante.
 
Un piccola critica riguardo i nomi, che sembrano dati in base al lavoro che uno svolge o alle caratteristiche personali....per carità, originali, ma se si presume che vengano dati alla nascita, stona.
 
Un bel capitolo quello della ricerca del famoso "Trono d'ossa", che poteva essere espanso di più e regalare al lettore una storia completa e migliore....poteva essere un romanzo da solo se allungato.
 
Consigliarlo o no?
Direi di si, ha una storia originale, che non ha i solito protagonisti e le solite parti 'prestabilite';
è un fantasy dove niente è prevedibile ed è interessante saperne di più in merito alle vicende che capitano a Lacero e Violata.
Se l'autore scriverà ancora di loro, leggerò sicuramente, perché mi sono piaciuti molto!
 
 


venerdì 26 febbraio 2016

Da Oggi in Libreria (26/02): Prima che torni la pioggia, di Elliot Ackerman

http://www.amazon.it/gp/product/8830444022/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8830444022&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 
 
Titolo: Prima che torni la pioggia
Autore: Elliot Ackerman
Pagine: 320
Prezzo: € 16,90
Editore: Longanesi
 
 
«Un romanzo toccante, forte, crudo: una storia di vendetta, lealtà e amore tra fratelli. Un agghiacciante e spesso disturbante scorcio della vita quotidiana in una delle regioni più tormentate del mondo.»
Khaled Hosseini
«Ciò che rende grande questo romanzo è la capacità dell’autore di provare empatia, la sua abilità di infilarsi sotto la pelle dei personaggi che descrive, per ricordarci che siamo tutti diversi, ma ciò che condividiamo è il valore della nostra umanità.»
Azar Nafisi
 
 
Trama
Prima che torni la pioggia rappresenta appieno l’impatto che decenni di guerra – a partire dall’occupazione sovietica negli anni ’80 – hanno avuto sulla popolazione afghana. Allo stesso tempo si struttura come una sorta di tragedia antica sui sentimenti di violenza e vendetta che consumano famiglie e tribù, generazione dopo generazione. Scrivendo dal punto di vista afghano, Elliot Ackerman racconta l’odio e la tragedia della guerra con un atto sorprendente di empatia e immaginazione, creando un romanzo lirico e di una potenza tale da essere paragonato da alcuni critici americani a Per chi suona la campana.
 
Aziz e il fratello maggiore Ali vivono in un villaggio afghano, sotto le imponenti montagne dell’Hindukush. Una famiglia povera, ma piena di amore. Un giorno qualunque tutto cambia: il giorno dell’irruzione nel villaggio di un gruppo di uomini armati. Unici scampati al tremendo attacco, i due ragazzini trovano rifugio in un orfanotrofio. Ali decide di assumersi le proprie responsabilità di fratello maggiore e di mandare Aziz a scuola con quei pochi soldi che riesce a guadagnare. Ma gli uomini armati stanno per tornare e per colpire di nuovo. Una bomba talebana esplode nella piazza del mercato e Ali rimane sfigurato. In ospedale Aziz incontra un suo compatriota in uniforme dell’esercito statunitense e scopre l’esistenza della Special Lashkar, una milizia afghana alleata a coloro che aveva sempre considerato nemici. È l’unica via per regalare al fratello una vita degna di essere vissuta. NonAfghan più ragazzo e non ancora uomo, Aziz decide di unirsi alla milizia. Sarà un viaggio dentro un conflitto brutale e assurdo, in cui faticherà a trovare il suo posto.
 
 

Autore

Elliot Ackerman, classe 1980, è figlio di Peter Ackerman, uomo d’affari newyorkese, e della scrittrice Joanne Leedom-Ackerman. Ha passato otto anni nell’esercito statunitense, sia come soldato semplice sia come ufficiale di operazioni speciali. Croce di bronzo al valore militare, veterano decorato per la seconda battaglia di Falluja, che lo spinse a scrivere: «L’11 novembre 2004 è il giorno in cui ho smesso di credere in Dio». Più recentemente ha servito la Casa Bianca nel Governo Obama. Attualmente vive a Istanbul con la moglie e i due figli; si occupa come giornalista freelance della guerra civile siriana. I suoi saggi e articoli sono apparsi su The New Yorker, The Atlantic, The New Republic e The New York Times Magazine.


mercoledì 24 febbraio 2016

Da Domani in Libreria (25/02): La Felicità è una Pagina Bianca, di Elisabeth Egan

http://www.amazon.it/gp/product/8842927678/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8842927678&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Titolo: La Felicità è una Pagina Bianca
Autore: Elisabeth Egan
Pagine: 396
Prezzo: € 16,60
Ebook: €8,99
Editore: Nord


Quando la vita ti volta le spalle, c'è solo una cosa da fare:
affidarti ai libri


«Il romanzo di Elisabeth Egan è divertente e brillante e ci svela
i retroscena più gustosi del mondo dell’editoria.»
THE WASHINGTON POST 

«Una storia delicata e toccante, con una protagonista coraggiosa che, tra alti e bassi, ci mostra quanto sia faticoso - e gratificante – essere 'una mamma in carriera'.»
GLAMOUR


Trama


Quando qualcosa non va, Alice Pearse si rifugia nella lettura. È sempre stato così; fin dalla più tenera infanzia, per Alice i libri sono isole felici dove potersi rilassare, mondi in cui perdersi, tesori da amare. E, adesso che si è ritrovata di colpo con un marito disoccupato, tre bambini da mantenere e un mutuo da pagare, i libri sono diventati letteralmente la sua ancora di salvezza: è infatti grazie alla sua fama di book blogger che le viene offerto un impiego da Scroll, una promettente start up che sta per inaugurare una catena di «sale di lettura», ovvero raffinati caffè dove sprofondare in comode poltrone, consultare uno sterminato catalogo di e-book e leggere. Nonostante le feroci proteste della sua migliore amica, proprietaria della libreria del quartiere, Alice accetta, tuttavia non le ci vuole molto per rendersi conto che gestire la famiglia con un lavoro a tempo pieno è molto più difficile di quanto non si aspettasse e che, dietro l’apparenza meravigliosa, Scroll nasconde un incubo. Eppure Alice non si scoraggia: in fondo, a volte, per trovare la felicità basta girare pagina.



Intelligente e attuale, divertente e profondo, questo romanzo racconta con delicata ironia le difficoltà di una donna costretta a dividersi tra famiglia e carriera, sentendosi troppo spesso inadeguata. Almeno fino al momento in cui capisce che non bisogna fare tutto, ma concentrarsi solo su ciò che amiamo davvero. E credere – sempre e comunque – nei libri.

Autrice

Elisabeth Egan è la responsabile della rubrica letteraria di Glamour. Inoltre scrive recensioni per le più importanti testate americane: da People al Publishers Weekly, dal New York Times al LA Times, dal Washington Post al Chicago Sun-Times. Attualmente vive nel New Jersey.

domenica 21 febbraio 2016

Da Domani In Libreria (22/02): "4Ever – John, Paul, George, Ringo", di Eleonora Bagarotti

 




Eleonora Bagarotti
4Ever – John, Paul, George, Ringo
Collana: HEROES
Formato: 14 x 21 cm
Pagine: 320 b/n
Prezzo: 20 euro
Prefazione di Rolando Giambelli
In libreria ed Ebook dal 22 Febbraio 2016









 Molto, tanto, tutto, si è detto della storia dei Beatles considerata nel suo complesso. “4ever” destruttura quell'avventura musicale in 4 entità singole che per un lungo periodo convergono su un progetto comune e la cui vita artistica prosegue anche dopo il termine di quell'esperienza.
L'Autrice del libro analizza il fenomeno Beatles attraverso la storia e l'analisi dei quattro protagonisti e va oltre puntando i riflettori sulle singole esperienze anche dopo, quando il nome Beatles viene consegnato alla Storia.

Un racconto al microscopio per capire delle personalità complesse e ricche come quelle di John, Paul, George e Ringo. Episodi meno noti della loro vita privata raccontati dall’entourage, amici, colleghi e groupie. Incontri con altri musicisti finora mai del tutto approfonditi. Aspetti tecnici della loro musica, come nel caso del drumming di Ringo, troppo spesso, e ingiustamente, sottovalutati. Inoltre ognuno dei quattro capitoli si chiude con una dettagliata discografia della carriera solista iniziata dopo lo scioglimento della band.
Arricchiscono il volume alcune interviste esclusive realizzate dall’autrice – mai pubblicate integralmente – a Ringo Starr e Paul McCartney, una conversazione con George Martin – mitico produttore degli Emi Studios – , uno dei rari interventi di Yoko Ono e un “piccolo aiuto dell’amico” Zak.

Chiude il libro una raccolta fotografica di preziose ed originali memorabilia della band di Liverpool, ogni scatto è corredato da note esplicative.

Prefazione di Rolando Giambelli – Presidente dei Beatlesiani D'Italia Associati

Autrice
Eleonora Bagarotti lavora come giornalista al quotidiano “Libertà” di Piacenza. Ha lavorato per alcuni anni come press-agent del gruppo The Who. Ha tradotto le commedie radiofoniche The Real Thing di Tom Stoppard e Lifehouse di Jeff Young. Ha pubblicato L’eredità del sogno (Cortina, 1997) e, per Editori Riuniti, Magic Bus. Diario di una rock girl, The Who, Le canzoni di Tom Waits, Elvis Costello.
Beatlesiana da sempre, si è diplomata in Arpa e in Composizione a Milano e si è perfezionata all'Opéra di Parigi. Ha suonato con vari musicisti, sia in ambito classico che moderno, e arrangiato The White Album, che ha eseguito a Liverpool in apertura a un concerto di Ringo Starr per le celebrazioni della Capitale Europea.

 


venerdì 19 febbraio 2016

Opinione:The Danish Girl, di David Ebershoff

http://www.amazon.it/gp/product/880977065X/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=880977065X&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Che cosa succede quando vedi la persona che ami cambiare radicalmente sotto i tuoi occhi? Tutto nasce da un semplice favore che una moglie chiede a suo marito durante una giornata qualsiasi. "The Danish Girl" di David Ebershoff, un romanzo sui lati oscuri e misteriosi dell'amore e della sensualità. Siamo a Copenaghen, inizi Novecento: entrambi stanno dipingendo nel loro atelier, lui realizza paesaggi velati dalla nebbia del Nord; lei ritrae su enormi tele i ricchi committenti della borghesia cittadina. Proprio per completare uno di questi lavori, il ritratto di una nota cantante d'opera, Greta domanda al marito di posare in abiti femminili. Da principio Einar è riluttante, ma presto viene completamente sedotto dal morbido contatto della stoffa sulla sua pelle. Via via che si abbandona a questa esperienza, il giovane entra in un universo sconosciuto, provando un piacere che né lui né Greta avrebbero mai potuto sospettare. Quel giorno Einar ha un'autentica rivelazione: scopre infatti che la sua anima è divisa in due e forse lo è stata sempre: da una parte l'artista malinconico e innamorato di sua moglie, dall'altra Lili, una donna mossa da un prepotente bisogno di vivere...

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °  

Mi ha conquistato totalmente!
In un paio di giorni (si è no 4/5 orette) l’ho divorato perché semplicemente non mi staccavo dalle pagine….



Una storia coinvolgente, dolce e allo stesso tempo dolorosa. Qualcosa che è difficile da descrivere e che l’autore ha fatto davvero magistralmente.
Ha “inventato” (o forse meglio dire immaginato) questa storia partendo da alcuni fatti reali della vita di Lili Elbe, prima Einar Wegener, il primo transgender che si è sottoposto a chirurgia per poter diventare donna anche fuori, come lo era dentro.
 
 (nella foto Lili, da Wikipedia)

Una storia forte e ancora oggi attuale, nonostante si parli dell'inizio del '900.
Quando l’omosessualità e la transessualità non erano solo “malattie” ma qualcosa da curare al cervello, di marcio, perché inconcepibile.
Vediamo infatti durante la sua vita i vari medici che incontra e le varie diagnosi che propongono a Einar….ma tutte sbagliate. Lui è solo nato nel corpo sbagliato….ma ancora adesso è un tema delicato, possiamo solo immaginare come fosse in quegli anni.


Ma facciamo un passo indietro. 
 (foto di Einard e Gerda)
La storia è la vita di Einar e Gerda (si, l'hanno tradotto in Greta ma non mi piace!), lui un timido danese e lei un esuberante americana, entrambi pittori anche se in modi differenti: lui paesaggista e famoso; lei ritrattista che cerca di ‘sfondare’. Dopo anni di matrimonio, per un favore, lei chiede al marito di mettere un paio di collant e le scarpe di una cliente e amica alla quale deve finire il ritratto. Quelle scarpe gialle saranno l’inizio di tutto. L’inizio di Lili.
Perché da quel giorno lei comparirà in casa loro, alternandosi a Einar, come fossero due persone distinte.
Gerda asseconda il marito e cerca di accontentarlo, senza mai smettere di amarlo e preoccuparsi per lui.Ci saranno tensioni e problemi, ma è straordinario l’amore che li unisce.
 (Lili dipinta da Gerda)
Una questione che ancora oggi è difficile da accettare e comprendere, soprattutto per una moglie….e invece lei resta al suo fianco, aiutandolo a rinascere. A trovare se stesso ed essere felice.
Per lui scappano a Parigi, per evitare che Einar venga rinchiuso in un manicomio; dove Lili per un po’ resterà nell’ombra, per poi scambiarsi con Einar, durante varie settimane.
Per anni gli resta accanto senza sapere cosa fare per farlo felice, fino a quando qualcosa di impensabile arriva: un dottore che non solo crede a Einar , al fatto di essere donna dentro, ma che vuole provare a trasformarlo tramite la chirurgia….
.

Un libro emozionante, anche se dispersivo in alcune parti, perché mescola il presente al passato, per mostrare chi siano sia Einar che Gerda, ognuno dei due infatti da la sua voce, alternandosi nel romanzo.
Due persone forti, coraggiose ma anche deboli e fragili.


Ho ammirato molto il coraggio di Einar di uscire nel mondo e tentare di essere ciò che è.
Ma più di tutto ho amato Gerda.
Una donna che non lascia andare il marito, che lo accompagna in questo percorso così difficile da immaginare, che continua ad amarlo fino alla fine, quando le loro strade dovranno dividersi. Non lo crede mai pazzo, si fa sempre forza e sorregge entrambi molte volte.

(Nella foto Gerda Gottlieb)


Spero di riuscire a leggere “Man into Woman”, un insieme di diari e corrispondenze, che sono appartenuti a Einar/Lili, per capire di più in questa figura ormai un mito per i transgender, essendo stat* un* pionier*, al quale persino l’autore si è ispirato per il romanzo.


Un libro diventato un film, in uscita a breve, che ringrazio per avermi fatto scoprire questo favoloso racconto di una storia vera.
Assolutamente consigliato, nonostante la nuova cover tratta dal film (sapete che le odio, anche se questa è molto bella).


Una storia da leggere per….capire, semplicemente.
Per sentire, provare, empatizzare questa situazione.
Per ampliare la mente e mettersi nelle scarpe di chi nasce in un corpo che non è il suo e rendersi conto che, quasi 100 anni dopo, le cose non sono migliorate molto; persone come Lili sono ancora viste come ‘malate’ da molti e ignorate dalla società, anche se si preme per l’accettazione e apertura mentale, che lentamente sta accadendo...ma molto lentamente. 
Consigliatissimo!!!

giovedì 18 febbraio 2016

Presetazione in Anteprima (Modena, 20/02): "La Torre delle Ombre", di Cludio Vergnani



Prezzo: 13€ (in prevendita fino al 20/02 comprese le spese di spedizione); 15€
Editore: Nero Press Edizioni  
In una città consegnata all'anarchia, preda di grottesche e letali bande criminali, logorata da cambiamenti climatici e rassegnata a un futuro dove la speranza è il lusso di pochi, i due protagonisti – Claudio e Vergy – tirano a campare, cercando di resistere al logorio di una vita priva di senso e di sbocchi, grazie a una rigida routine giornaliera fatta di allenamento fisico, di strategie per procurarsi il cibo e di stratagemmi per sopravvivere agli artigli affilati di quella società che non offre alcuna protezione ai perdenti, agli abbandonati, ai reietti.
Su questa metropoli in pieno degrado si curva minacciosa l'ombra della Torre, luogo di perdizione e malaffare da cui è bene tenersi alla larga. Almeno fino a quando la richiesta di aiuto di un vecchio amico non porterà i due protagonisti a scalare il gigante di cemento e ferro alla ricerca dell'ultima scintilla di un antico valore, che potrebbe riscattarli da quell'esistenza di squallore.

In questa nuova epoca nella quale il futuro si mescola al presente e al passato, i due amici si ritroveranno invischiati nel perverso meccanismo del Salone dei giochi, una nuova e crudele forma di intrattenimento dove il divertimento di pochi – danarosi e senza scrupoli – si misura sulla sofferenza dei più deboli. Scopriranno a loro spese che non sono i nemici appariscenti quelli da cui devono guardarsi e che le insidie mortali si celano nei mezzi toni, nell'ambiguità e nell'indefinitezza cangiante dei chiaroscuri. In questa incerta zona di nessuno, dove ogni cosa muta e nulla può essere definito con certezza, la violenza, il pericolo, l'amore, l'amicizia e il tradimento finiranno per confondersi nel buio crudele e letale della Torre, che sarà il luogo dell'appuntamento finale con la verità, o con ciò che ne rimane: la sua ombra. 

"La Torre delle Ombre"(cliccate per andare sul sito per la prevendita) di Claudio Vergnani, segna il ritorno di due personaggi molto amati dall'autore modenese: Claudio e Vergy.
Già protagonisti di altri titoli di Vergnani, in particolare Vergy, che nel thriller "Per Ironia della Morte" ha rotto molti musi. Ma i suoi modi spiccioli hanno conquistato anche molti lettori, tanto da essere tutt'ora, il titolo più venduto della Nero Press Edizioni.

Verrà presentato in anteprima al BUK di Modena 
il giorno sabato 20 febbraio in sala C alle ore 12.30. 

 Vi invitiamo a partecipare all'evento, e dopo la presentazione, avrete la possibilità di intervistare l'autore.

Consiglio del Giorno: Nero Elfico, di Daniele Picciuti

http://www.amazon.it/gp/product/8898036426/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8898036426&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21 
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)  

Titolo: Nero Elfico
Autore: Daniele Picciuti
Pagine: 278
Editore: Watson
Uscita: 10 dicembre 2015

  

Trama
Ponte Spaccato è un villaggio sperduto di quattrocentocinquanta abitanti, un paese di fabbri, muratori, contadini, falegnami e artigiani, gente semplice che conduce una vita tranquilla. Finché non fa la sua apparizione Lacero, un mezz’elfo feroce e astuto, che nel giro di poco tempo riesce a diventare sceriffo. Lui e Violata, la sua donna, una spietata assassina, si trovano presto al centro di una serie di macabri e sanguinosi avvenimenti che sconvolgono la cittadina. Il Male stesso, nelle vesti di alcuni personaggi diabolici e perversi – il demone Scribacchio, la contessa Bianca, il mago Grimorio, il nano Toro-Dai, il Negromante – si abbatte su quella povera gente che, suo malgrado, dovrà fare affidamento, per la propria sopravvivenza, al “male minore” costituito dalla scanzonata coppia di criminali. Della partita saranno le terribili gemelle Coro, il Castigatore muto, il grosso Melmone e sua madre Poiana, e numerosi altri personaggi uno più improbabile dell’altro, fino a scomodare nientemeno che dei viaggiatori stellari. Presto, tutti comprenderanno che l’ago della bilancia in questo scontro è il Trono d’ossa, un antico artefatto che dà, a chi vi siede, il dominio sui morti.  

Autore
Nato a Roma nel gennaio del 1974, Daniele Picciuti si appassiona all'horror grazie ai romanzi di Stephen King prima, Peter Straub e Dean R. Koontz poi, fino a scoprire uno dei fondatori del genere: H.P. Lovecraft. Finalista a molti concorsi letterari di genere, tra cui Il Sentiero dei Draghi e Short Kipple, vincitore del Premio NASF 6 (2010), terzo classificato al Premio Algernon Blackwood (2011). È Presidente dell’Associazione Culturale Nero Cafè, co-responsabile del magazine Knife e del marchio editoriale Nero Press. 
È ideatore di diversi premi letterari, come Minuti Contati, Nero Lab e il Premio John W. Polidori di Letteratura Horror (per Nero Cafè).
È autore de I Racconti del Sangue e dell’Acqua con Bel-Ami Edizioni; Ritorno alla Mary Celeste, con Dunwich Edizioni; Terraluna, con Runa Editrice; La polvere del tempo con Nero Press; R’Lyeh – Dal profondo sempre per Dunwich; Clowns Vs Zombies per Nero Press.

Da Oggi in Libreria (18/02): La Ricetta Segreta Per Un Sogno, di Valentina Cebeni

http://www.amazon.it/gp/product/8811688604/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8811688604&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Titolo: La Ricetta Segreta Per Un Sogno
Autore: Valentina Cebeni
Pagine: 250
Prezzo: 16.90€
Casa Editrice: Garzanti


«Sono stata stregata da questo romanzo.
Una dopo l’altra le parole di Valentina Cebeni
mi hanno trasportato in un mondo arcaico e ancestrale
pieno di passione, dove i sentimenti e le emozioni sono
veri protagonisti. Tra natura selvaggia, profumo
di dolci all’anice e alle mele e un pizzico di magia
si susseguono le note di questa storia straordinaria,
legate a un passato oscuro.»
Cristina Caboni 


Trama

Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non
hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia.
Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un’isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all’anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l’isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull’altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l’eco di amori proibiti e amicizie perdute.
Ma Elettra non ha paura di cercare, di sapere. Deve scoprire come mai il vento dell’isola porta con sé gli stessi sapori della cucina di sua madre, la stessa magia dei suoi abbracci che la facevano sentire protetta quando era bambina. Deve scoprire il legame tra la donna più importante della sua vita e quel posto. Perché solo così potrà ritrovare sé stessa. Solo così Elettra potrà credere di nuovo che cucinare è un gesto d’amore e che davvero esiste una ricetta per non dimenticare mai di sognare.
La ricetta segreta per un sogno è un caso editoriale internazionale venduto in tutta Europa. Un romanzo indimenticabile sul potere del cibo e sulla forza del passato. Un romanzo capace di trasportare su un’isola affascinante e segreta in cui tutto è possibile. Un romanzo su una donna alla ricerca delle proprie radici.

Autrice

Valentina Cebeni vive a Roma dal 1985, anno della sua nascita, ma ha il mare della Sardegna dei suoi nonni nel cuore. Appassionata di storie sin dall’infanzia, ha un grande amore per la cucina, nato proprio per riscoprire i legami con le radici della sua famiglia.


In Esclusiva 
5 Sfizioze Card
Con Ricette






Da Oggi in Libreria (18/02): AEnigma, di Lorenzo Beccati

http://www.amazon.it/gp/product/B01ANN40P4/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B01ANN40P4&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Titolo: AEnigma
Autore: Lorenzo Beccati
Pagine: 384
Prezzo: 16,90 €
e-Book: 9,99 €
Casa Editrice: Nord


Voi non mi conoscete, ma farete tutto ciò che voglio.
Mentirete per me, ruberete per me,
ucciderete per me. 

Trama
È una giornata come tante. E loro sono clienti come tanti: una coppia di anziani, una giovane madre, un timido agente di borsa. Ma, non appena entrano in banca, si trasformano in criminali efficienti e spietati. Sparano senza esitare alle guardie giurate e si fanno consegnare un’ingente somma di denaro. Pochi secondi dopo, nel grande atrio dell’edificio immerso nel silenzio, echeggiano i passi di un uomo vestito di nero che, senza proferire parola, si fa consegnare il bottino ed esce. Non fugge, però. Rimane in attesa della polizia. Tuttavia gli agenti che lo arrestano e lo caricano sulla volante non arriveranno mai in questura…
C'è qualcosa di profondamente inquietante nelle azioni di quelle persone comuni, all'apparenza innocue. È come se il nemico fosse ovunque, e il male covasse anche nelle anime più innocenti.
Il commissario Davide Ganz capisce subito di dover affrontare un caso senza precedenti che pone fin troppe domande. E, per trovare le risposte, Ganz sarà costretto a lasciarsi alle spalle tutto ciò che crede di sapere sugli oscuri sentieri del crimine e inoltrarsi nel labirinto insondabile della mente dell'uomo misterioso, che è solo all'inizio della sua opera…

Autore

Lorenzo Beccati è nato a Genova nel 1955. Dai primi anni ’80, è il più stretto complice di Antonio Ricci, con il quale ha collaborato a creare alcuni dei programmi televisivi più fortunati di tutti i tempi. Dopo Pietra è il mio nome, Aenigma è il suo secondo romanzo pubblicato da Nord. Il suo sito è www.lorenzobeccati.com.

Da Oggi In Libreria (18/02): Solo a un passo dal tuo cuore, di Doranna Conti

http://www.amazon.it/gp/product/B01BOGAGSE/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B01BOGAGSE&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21 
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 


Titolo: Solo a un passo dal tuo cuore
Autore: Doranna Conti
Genere: Romantic Comedy
Pagine: 218
Prezzo cartaceo: 14.00 €
Prezzo eBook: 1.99 €
Casa Editrice: Libro Aperto Internetional Publishing


Trama
Eva è una ragazza determinata e con la testa sulle spalle, che ha abbandonato una vita agiata e sicura per seguire i suoi sogni e per guadagnarsi la sua indipendenza.
Lavora come traduttrice e frequenta un centro volontari dove un giorno fa il suo ingresso Mark, un uomo d’affari affascinante e seducente, condannato a un mese di servizi socialmente utili per aver guidato in stato di ebbrezza. 
Mark è tutto ciò che Eva ha sempre detestato: è ricco, arrogante e pieno di sé e soprattutto, è abituato a ottenere tutto ciò che vuole.
La sua antipatia verso quell’uomo è istantanea e nonostante cerchi in ogni modo di allontanarlo, Mark sembra non avere intenzione di lasciarla andare.
Ormai ha preso la sua decisione: quella ragazza sarà sua e non accetterà un no come risposta.

mercoledì 17 febbraio 2016

Opinione: 14, di Peter Clines

http://www.amazon.it/gp/product/886355255X/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=886355255X&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

La storia di Nate è quella di un ragazzo qualunque: giovane precario di Los Angeles, odia il suo lavoro, il suo conto in banca è costantemente in rosso, non ha una ragazza né progetti per il futuro. Quando decide di trasferirsi, il prezzo da pagare per una nuova casa lo spaventa, ma quell'appartamento a Palazzo Kavach sembra fatto apposta per lui... nonostante le porte chiuse con strani lucchetti, gli ascensori misteriosi e gli scarafaggi mutanti... C’è un alone di mistero che avvolge il nuovo appartamento di Nate, un rompicapo che si inasprisce quando incontra Mandy, la sua vicina di pianerottolo, e nota qualcosa di insolito nella sua casa, come in quella di Xela, di Veek e di Tim. Perché ogni stanza in questa vecchia Los Angeles nasconde degli enigmi vecchi cent’anni: alcuni in bella mostra, altri nascosti dietro porte chiuse. Svelarli potrebbe segnare la fine di Nate e dei suoi amici... o la fine di tutto..


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° ° 

Fin da quando ho visto la copertina, mi ha sempre incuriosito questo libro.
Davvero, guardatela! Non è bellissima?
E se vi dicessi che pure la storia che contiene non è da meno?

Partiamo dall'inizio: Nate, il nostro protagonista principale (anche se non il solo, ci saranno diverse figure nella vicenda), è un ragazzo giovane che ha un lavoro che odia come precario e deve trovare casa, e con un colpo di fortuna viene indirizzato al Palazzo Kavach, che sembra il paradiso per persone come lui: affitto bassissimo e spazio confortevole, nonostante alcune stranezze (strani scarafaggi, una lampadina che non vuole proprio funzionare nella sua cucina, una stanza nel seminterrato bloccata, l'appartamento 14 chiuso da pesanti catenacci....).
Mano a mano, insieme a lui, conosceremo i suoi vicini, ognuno con la sua stranezza da raccontare riguardo a quel luogo, e che alla fine si uniranno per cercare di capire il mistero che si nasconde dietro quell'edificio così misterioso. 

Un libro interessante e molto scorrevole, oltre che ben scritto. 
Un thriller che punta al fantasy, con una puntina di horror (ma troppo poca per me, mi aspettavo di più). 
Ho adorato fin oltre metà del romanzo, le indagini, i misteri, gli enigmi da risolvere,...
Purtroppo cade un po' verso la fine, con qualcosa che secondo me è davvero "troppo" eccessivo.
Le ultime pagine però mi sono piaciute, anche perchè possono lasciare aperta la strada ad un seguito, anche se non so se l'autore lo voglia. 
Se cercate una storia strana e particolare, avete trovato un bel libro che fa per voi (e voglio sapere che ne pensate!).
Di questo autore ho letto anche "The Junkie Quatrain: Gli Infetti di Baugh" (il link porta alla mia opinione), che mi aveva colpito per l'originalità. 
Molto probabilmente leggerò altro dell'autore...

martedì 16 febbraio 2016

Opinione: Beautiful You, di Chuck Palahniuk

 http://www.amazon.it/gp/product/8804652403/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8804652403&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Mettiamo che uno scrittore voglia raccontare la favola di Cenerentola e mettiamo che questo scrittore sia Chuck Palahniuk, quale storia ci capiterebbe tra le mani? 

La storia di Penny Harrigan, giovane impiegata dall'aspetto scialbo e i desideri opachi che passa le sue giornate a servire caffè in un ufficio di avvocati. E lì che un giorno incontra Cornelius Linus Maxwell, bellissimo, ricchissimo, divorziatissimo. Sorprendentemente Maxwell la invita a cena e a un dopo cena nella suite di un albergo da miliardari ed è qui che, taccuino alla mano, le fa sperimentare il più alto grado di piacere. Tutto magnifico, vero? Non esattamente, perché Penny scopre presto di essere la cavia per il collaudo di una linea di "sex toys only for ladies" che Maxwell sta per lanciare, chiamata "Beautiful you". È un successo planetario dalle conseguenze devastanti: famiglie distrutte, bambini abbandonati, uomini ignorati, donne inchiodate alla dipendenza pressoché ininterrotta dai fantastici, e micidiali, giocattoli di Maxwell. E Penny? Deciderà di essere complice del più grande spacciatore di piacere mai esistito o proverà a salvare il mondo dalla sua dipendenza cieca da prodotti genialmente confezionati?


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° ° 
Quando l’ho scoperto non potevo crederci: un nuovo libro di Palahniuk e non ne sapevo l’uscita!
Mi son buttata subito nelle pagine, anche se ho scoperto che molti lo criticavano….ma non mi sono interessata a scoprire di più e prima l’ho voluto leggere; solo dopo sono andata a leggere alcune opinioni su Goodreads, mentre lo segnavo nella mia lista.
Ovviamente tutte in inglese, nessuna in italiano per ora.

Mi chiedo cosa si aspettavano; è un autore controverso e che scrive senza peli sulla lingua, a volte con una crudeltà e senza il minimo filtro o tatto.
O lo si ama o lo si odia.
Non ci sono vie di mezzo. 

Devo ammettere che sono ancora un po’ confusa, ma lo sono spesso al termine dei suoi libri. Sconvolgono, c’è poco da fare.
Priam di tutto: Non mi è dispiaciuto.

È la storia di una giovane che spera di diventare avvocato per fare qualcosa della sua vita che abbia valore, per crearsi un posticino in un mondo dove sempre più donne hanno potere: dal presidente USA, alle sue colleghe.
Purtroppo però per ora deve portare caffè e rimediare sedie per le riunioni nello studio dove lavora. Ed è lì che si imbatte in Max, l’uomo più potente del mondo che le chiede addirittura di uscire con lei, cosa che lei accetta senza batter ciglio. 
Qualcosa che le capovolgerà la vita.
Perché Max non è molto interessato a lei, ma ben presto Penny capirà il motivo per cui la vuole accanto: testare su di lei una nuova linea di prodotti erotici pensati per le donne, che sconvolgeranno il mondo dalla loro apparizione.
Sedotta ed abbandonata (come le precedenti conquiste), la “Cenerentola del Nerd”, dovrà poi farsi forza per cercare di fermare tutto questo quando la situazione precipita….


Ma non date nulla per scontato, dalle prime pagine fino alla fine;
Come al solito Palahniuk stravolge e ribalta la storia ad ogni occasione ed il lettore arriva alla fine senza saper cosa pensare e cosa immaginare.


Un romanzo che, dopo, mi sono accorta possa esser la versione tutta sua di una serie “erotica” molti famosa e che ha portato la scrittrice dalle stalle alle stelle….ma con una protagonista decisamente intelligente e un libro che contiene (davvero) scene per adulti.
Se fosse vero, sarebbe una risposta davvero ottima a quel libro e al fenomeno che ha generato.


Forte, senza filtri e sconvolgente, solo lui poteva creare questa storia! 


Un libro non per tutti, che sconsiglio ai pudici e a chi si impressione a facilmente (molti dei quali credo rientrino anche trai i fan della serie citata poche righe sopra).
Ma un’altra stupenda e scioccante storia che non vedo l’ora di aver nella mia biblioteca cartacea, anche se non avrò più la versione economica uguale ai libri che già posseggo suoi.
Questa l’unica pecca.


La copertina semplice ma davvero bella, di cui capirete solo leggendo il significato, perché niente è lasciato al caso!

lunedì 15 febbraio 2016

Opinione: Il Dono Del Lupo, di Anne Rice

http://www.amazon.it/gp/product/8830441600/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8830441600&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

 La villa è magnifica, a strapiombo Pacifico, circondata da sequoie secolari. Reuben, giovane giornalista incaricato di scrivere un articolo per la messa in vendita che ne decanti la meraviglia, ne è affascinato. Ma a colpirlo ancora di più è Marchent, la proprietaria, bella e misteriosa come la sua casa. Per lui è inevitabile subire il fascino di quella donna che lo guida tra le stanze splendidamente ammobiliate, raccontandogli del prozio scomparso nel nulla da vent'anni e solo ora dichiarato ufficialmente morto. La notte di passione tra i due sembra scritta nel destino, ma la brutale irruzione nella villa di due criminali pone fine al sogno prima ancora che inizi. Marchent soccombe sotto i colpi dei malviventi e Reuben sta per fare la stessa fine, quando viene salvato da qualcuno - qualcosa? - che uccide i suoi aguzzini e ferisce lui, lasciandolo agonizzante. Ricoverato in ospedale, si riprende in maniera sorprendente, in pochissimi giorni. Reuben sta bene, anzi benissimo, il suo corpo non è mai stato così forte, il suo udito così fine, il suo sguardo così acuto: un nuovo vigore sembra pervaderlo, una forza che si risveglia quando sente l'odore del male... Perché in quella notte maledetta Reuben ha ricevuto il dono del lupo. Ora possiede una doppia natura umana e ferina, e ne è perfettamente consapevole. Una realtà che solleva inquietanti interrogativi... Chi lo ha trasformato così? Qual è la sua vera natura? E soprattutto, esistono altri come lui nel mondo?

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °  


Prima di tutto ringrazio la Longanesi per avermi permesso di leggerlo. 
Chi legge Anne Rice sa che ha un modo di scrivere tutto suo, particolare e riconoscibile, che troviamo anche in questo nuovo libro.
Lo ammetto non sono una sua fan, semplicemente perché per ora non ho avuto il tempo di leggere tutte le sue opere: ha uno stile davvero bello ed interessante, riesce a scrivere ed intrecciare la trama in un modo unico, ma troppo “lento” per i miei gusti, e ancora non ho trovato tempo e pazienza per leggere tutti i libri sui vampiri scritti prima che il tutto diventasse una moda, fin troppo abusata.

Ho letto ed amato L’ora delle streghe (il più corto romanzo dell’autrice! xD) e...mi sono innamorata della sua originalità e di questa 'lentezza' che regala alla storia una luce tutta sua;
e sono stata davvero felice di aver ritrovato in quest’ultimo romanzo (pubblicato solo ora in Italia ma già in commercio dal 2012) lo stesso stile unico.

Un libro dove si riconosce il tocco Rice alla storia, infatti mai banale, piatta o scontata.
Non sarà ricca di 'azione' come la intendo io, ma non è di sicuro un libro scialbo!
Ha solo un modo di descrivere e di fare azione a modo suo…non so perché ma anche in alcune scene ero rilassata, mentre mi godevo l’azione; è insito nel suo stile, molto descrittivo e direi tranquillo.
Ma non fatevi trarre in inganno, se è definita 'la Regina' di questo mondo letterario gotico e oscuro, ci sarà una ragione....


Un fantastico libro dove la Rice ripropone un’altra figura misteriosa (ancora non toccata dalla moda come vampiri o zombie): il licantropo.
Dimenticate miti e leggende, questa è la Sua versione e di certo non poteva deludere.
Riesce a creare una storia contemporanea interessante, originale e non prevedibile.
Lo ammetto, non riuscivo (e non mi veniva in mente) di provare ad immaginare cosa sarebbe successo da li a poche pagine.


I personaggi sono interessanti, ovviamente il protagonista Reuben l’ho trovato intelligente e carismatico; nonostante la giovane età si trova a dover fare i conti con qualcosa di….inimmaginabile e, giorno per giorno, lo vedremo affrontare le varie prove che si troverà davanti.

Un giovane giornalista che deve fare un pezzo per vendere una casa, immersa nel verde, misteriosa e intrigante, con un qualcosa che lo attira, anche banalmente come una foto degli amici dello zio della proprietaria, scomparso molti anni prima. Inutile dire che in pochissimo si innamora di quell’ambiente, e anche della padrona di casa…..ma purtroppo una tragedia arriva troppo presto a sconvolgerli.


Mi è spiaciuto molto per Marchenet, che scompare troppo presto dalla storia, ma non preoccupatevi, dopo di lei arriveranno altri personaggi, più o meno interessanti, come la famiglia di Reuben: la madre medico, il padre ‘poeta’, il fratello prete e la ragazza avvocato….un bel quadretto per iniziare l’avventura. Per altri personaggi che regaleranno sia pepe che curiosità alla vicenda, dovremo aspettare un po' di più, purtroppo.

Sin dall’ospedale capirà che qualcosa non va nel suo corpo, fino al ritorno a casa e al momento in cui inizia a scoprire (e capire) cosa gli stia accadendo.
Domane e dubbi con cui seguiremo Reuben pagina dopo pagina, vedendolo cambiare e con lui scoprendo cose nuove…..ma sarà solo verso la fine che Anne Rice ci spiegherà molte cose, anche se non tutto!
L’ultimo breve capitolo è riassuntivo, molto rapido e che lascia molta curiosità.

Di più, riguardo a ciò che accade tra l’inizio e le ultime pagine, non posso e non voglio dirvi, dovete godervelo e scoprirlo durante la lettura.
Va beh….Una cosina:
Ci sono riferimenti sparsi a film e libri (che mi sa cercherò, anche se non so se riuscirò a trovarli).
Che vi aspettavate uni Spoiler? Non è il mio stile.


Insomma, davvero un bel libro!
Adoro i licantropi e di libri su di loro non ce ne sono (per fortuna?!) e la Rice senza saperlo me ne ha regalato uno davvero bello ed interessante.
Non vedo l’ora di sapere come continuerà la storia!
Infatti è uscito il seguiro nel 2013, che spero venga tradotto in fretta.


Fan di Anne, inutile chiedere, so che stavate aspettando un suo nuovo libro: leggetelo! 
Non credo vi pentirete...
Per i neofiti, fatevi conquistare e scoprite questa scrittrice i cui libri meritano davvero molto di esser letti.

Eventi VoloLibero Edizioni per "4EVER - John, Paul, George, Ringo"

 

MERCOLEDI'
24 FEBBRAIO
ORE 18,00
c/o
IL LIBRACCIO ROMA
Via Nazionale 252 - 254



SARANNO PRESENTI:

Eleonora Bagarotti
Autrice,
giornalista

John Vignola
Giornalista e conduttore radiofonico RAI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
UNA BIRRA AL VOLO
un progetto
BALADIN E VOLOLIBERO EDIZIONI
PRESENTA
 
 
 
 
LUNEDI'
29 FEBBRAIO
ORE 18,00
C/O BALADIN
MILANO
Via Solferino 56
Milano
 
SARANNO PRESENTI:
 
 Eleonora Bagarotti
Autrice,
giornalista

Enzo Gentile
 Giornalista
 
Rolando Giambelli
Presidente dell'Associazione
Beatlesiani d'Italia


Alberto Dosi
 collezionista,
organizzatore di mostre ed eventi
dedicati ai Beatles
 

venerdì 12 febbraio 2016

Opinione: Il Patto, di Jodi Picoult

http://www.amazon.it/gp/product/B01AB8U4XS/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B01AB8U4XS&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21

(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Fino a quella telefonata alle tre del mattino di una giornata di novembre, i Gold e i loro vicini di casa, gli Harte, sono sempre stati inseparabili. Per ben diciotto anni. Non è stata una sorpresa per nessuno, dunque, quando i loro figli adolescenti, Chris ed Emily, da semplici amici sono diventati qualcosa di più. Ma adesso la diciassettenne Emily è morta uccisa da un colpo di pistola alla testa sparatole da Chris, in un apparente patto suicida lasciando le due famiglie devastate e alla disperata ricerca di risposte su un gesto inimmaginabile, di due figli che forse non conoscevano bene come credevano. È rimasta una sola pallottola nella pistola che Chris ha preso dall'armadio del padre, una pallottola che secondo la sua versione era destinata a se stesso. Cos'è successo veramente? Un detective della polizia del luogo nutre più di un dubbio sul patto suicida descritto dal ragazzo e inizia un'indagine che terrà il lettore col fiato sospeso fino all'ultima pagina.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °  
Un libro dal quale è davvero davvero difficile staccarsi.
Incuriosita, dalla trama e da alcuni commenti molto positivi, mi sono decisa a prenderlo e leggerlo....
Ma non mi sarei mai aspettata tanto!

E' un libro intenso, che pagina dopo pagina ti fa entrare nella vita di queste due famiglie, nel giorno peggiore delle loro vite: quando una chiamata in piena notte li avverte che i loro figli sono in ospedale. Ma solo uno è ancora vivo. 
Due ragazzi cresciuti insieme e che credevano innamorati e felici, ma che avevano un enorme segreto: suicidarsi insieme. 
Dubbi e tormenti iniziano a segnare le due famiglie, e anche il lettore:
cosa sia successo veramente solo uno lo sa, ma è la verità?

Leggeremo il presente (il 1997 nel romanzo) e l'autrice ci porterà anche nel passato dei giovani, per far capire il rapporto tra i ragazzi che fin dalla nascita son stati inseparabili, come le loro famiglie, fino ad arrivare a quel momento e rallentare la narrazione, spiegando meglio cosa accadde prima di quella notte e i motivi che portarono a quel gesto. 

Proveremo affetto, odio, stupore e molto altro, immedesimandoci in certi personaggi, mentre altri li detesteremo proprio (o almeno per me era così). 

Una storia davvero intrigante ed interessante, assolutamente ben scritta e che non pesa, anzi fa venir voglia di andare avanti e scoprire cosa succederà, ma sopratutto scoprire la verità che solo nelle ultime pagine ci viene svelata.

Insomma, se vi piacciono i thriller è da non perdere, ma anche se non siete fan del genere dategli una possbilità, perchè potrebbe conquistarvi.

giovedì 11 febbraio 2016

Opinione: Miraggio di Luna, di Ludovica Musumeci

 
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

I bambini si domandano sempre il perché delle cose, noi non lo facciamo più. Ricordate queste parole, quando e se avrete la pazienza di leggere le storie di Lili ed Edo e Flora, e non stupitevi se a soli tredici anni dovessero essere più saggi di quanto voi non siate ora, perché forse anche voi eravate così, ma poi il fumo della vita ve ne ha fatto dimenticare.
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Ringrazio l'autrice per avermi permesso di leggerlo.
Lo ammetto, alle prime pagine ero confusa e lo detestavo. 
La protagonista mi stava sulle scatole, con la sua aria saccente, e altre parti non le comprendevo....ma andando avanti, non so bene quando, mi sono ritrovata a leggerlo con molto piacere.

La storia parla di Elisa (Lili), una ragazzina giovane, abbandonata dalla madre, e cresciuta col padre e la matrigna Vera, che detesta (mentre lei è sempre disponibile e dolce nei suoi confronti); 
fin da piccola è sempre stata amica con Edo, per il quale decide di andare al Liceo Scientifico, ma sfottunatamente si ritroveranno separati e "dovrà" far amicizia con Flora, una ragazza più grande di lei e che sembra frivola e sciocca, cosa che lei non sopporta....ma lentamente tra le due crescerà una forte amicizia che farà scoprire a Lili cosa Flora nasconda dietro l'aspetto così sempre curato. 

Vedremo una parentesi della sua vita, quando non si è ne piccoli ne grandi (anche se certi pensieri sono davvero troppo maturi per ragazzini così giovani....o magari sono tarda io! Boh...);
tra amicizia e i primi amori, la vedremo crescere e maturare, sopratutto nel rapporto con Vera.

Ma sarà solo nelle ultime pagine che capiremo tutto!
Ci saranno dei flashback che spiegheranno molte cose e che ci faranno ricongiungere con l'inizio della storia, strappandoci un "Oh!" di stupore. 

Scritto molto bene e una trama interessante, ed originale in molti punti; 
un libro che vi consiglio di segnarvi perchè è davvero piacevole e carino da leggere.

Da Oggi in Libreria (11/02): Il Dono Del Lupo, Anne Rice


(cliccando sull'immagine si va su Amazon)


Pagine: 500
Prezzo: 17.60€
Editore: Longanesi

Anne Rice, la regina dei vampiri, torna in libreria con Il dono del lupo: un romanzo in cui rinnova la mitologia dell’”uomo lupo” che diventa in questa nuova e originale rilettura un simbolo della lotta fra istinti e ragione, fra parte animale e parte spirituale di ciascuno di noi. Un’esplorazione dei confini della sensualità, dei sensi stessi e del loro potere.

Reuben Golding, un giovane giornalista alle prime armi, viene chiamato in una villa isolata su un promontorio a picco sul Pacifico dalla misteriosa proprietaria della casa. Lo scopo dell’invito è quello di raccontare la storia dell’antica abitazione, e potrebbe uscirne un pezzo interessante per dare finalmente una svolta alla sua carriera. Dopo una notte di passione con la donna, qualcuno dal buio assale il ragazzo. Questa aggressione, apparentemente senza gravi conseguenze, mette in moto in lui una profonda trasformazione e lo introduce a un mondo nuovo e misterioso, nel quale Reuben possiede una doppia natura umana e ferina e ne è perfettamente cosciente. Chi lo ha trasformato così? Qual è la sua vera natura? E soprattutto, esistono altri come lui nel mondo? 

Autrice
Anne Rice, nata a New Orleans nel 1941, si è laureata in Scienze Politiche e Letteratura inglese alla San Francisco State University. Ha ottenuto il successo internazionale con Intervista col vampiro, diventando un’autrice di culto della narrativa horror, grazie a una straordinaria visionarietà che, unita alla capacità di cogliere gli aspetti sensuali delle emozioni, ha generato una nuova mitologia del vampiro, inedita incarnazione dell’intensità del dolore e delle esperienze di una vita perduta per sempre. Tra gli ultimi romanzi pubblicati da Longanesi: Blood (2009), Angel (2011) e Il principe Lestat (2014).

mercoledì 10 febbraio 2016

Opinione: Alizée, di Chiara Zanini

http://www.amazon.it/gp/product/B016U4O4OW/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B016U4O4OW&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon)

 L’unica cosa che Alizée ricorda di sé, quando a cinque anni si ritrova sola in un vicolo sotto la pioggia, è il proprio nome. Viene accolta da una coppia adottiva che la aiuta a crescere e ricostruirsi una nuova vita senza sapere da dove viene e chi sono i suoi veri genitori.
Ma quando, una volta adulta, mentre si sta recando a un colloquio di lavoro viene aggredita da una creatura mostruosa che sembra l’incarnazione del diavolo e sanguina fiamme, e difesa a colpi di balestra da un misterioso ragazzo dagli occhi blu elettrico che pur salvandole la vita la tratta con inspiegabile disprezzo, dovrà imparare a fare i conti con quel passato di cui non ha memoria, che tutto a un tratto pare più importante della sua stessa vita.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Prima di tutto ringrazio l'autrice per avermi permesso di leggerlo.
Sinceramente non so ancora bene come classificarlo.
La storia di base è un po' quella già sentita in molti romanzi fantasy: una ragazza qualunque che un giorno scopre di essere speciale. 
Ma partiamo dall'inizio, nelle primissime pagine in cui una bambina viene trovata da una coppia, sola e senza ricordi a parte un nome "Alizèe"....un po' mi ha ricordato l'intro di "Alice From Wonderland", lo ammetto. 
Poi la storia va avanti veloce, quando lei ha circa 25 anni, ed è pronta per il suo primo colloquio di lavoro, ma per strada tutto ciò che credeva va all'aria: viene aggredita da un misterioso uomo dagli occhi di blu, con il quale prova attrazione e paura allo stesso tempo (sentite di averlo giù letto?), ma lei è esperta di difesa personale e riesce a scappare da quell'aggressione solo per finire in un'altra subito dopo. Ma questa è diversa, più crudele, e quando sta per esser uccisa da una coltellata, interviene l'uomo dagli occhi blu e la salva, con un colpo di balestra.
E, come è prevedibile, da quel momento tutto cambierà.
Scoprirà che lui è lì per salvarla, nonostante percepisca astio ed odio nel suo sguardo.
Dovrà scavare per scoprire chi è, come mai la odi tanto e...chi sia lei in realtà.

Un romanzo davvero troppo veloce, che perde molto per questo.
Come ho già detto ci sono parti che si sono già sentite molte volte, ma quello che non posso anticiparvi (e mi spiace davvero) è proprio quella parte che regala originalità al racconto.
Regala alla storia quel pizzico di diverso che la stacca da molte altre già sentite, ma (purtroppo) è così breve che in un attimo si è alla fine e si rimane con l'amaro in bocca.

C'è moltissimo di cui scrivere, se si volesse fare un seguito o se l'autrice volesse riprenderlo per dargli più spessore.....io lo rileggerei molto volentieri!
Tutto sommato non la sconsiglio, è scritto molto bene, è fluida come storia, è piacevole e si legge velocemente. 

Da Domani in Libreria (11/02): "Un Bacio In Bocca", Sedici Autori Italiani Raccontano La Passione

 

Autori: Fulvio Abbate, Giuseppe Aloe, Annarita Briganti, Errico Buonanno, Giuseppe Conte, Giuseppe Culicchia, Valentina D’Urbano, Chiara Gamberale, Franco Limardi, Lorenzo Marone, Giorgio Nisini, Aldo Nove, Marco Peano, Sergio, Claudio Perroni, Romana Petri, Simona Sparaco
Pagine: 224
Prezzo:14,90 euro
Editore: Longanesi

Sedici autori, sedici voci tra le più interessanti della narrativa italiana, sedici racconti diversi per Un bacio in bocca, storie che parlano d'amore nella sua accezione più passionale. La lettura perfetta per la festa più romantica dell'anno: San Valentino.
C’è l’amore magico nato da un incontro casuale nella campagna, come quello che vive il giovane Andrea: una storia che sembra destinata a finire alle prime luci dell’alba e che invece avrà un seguito inaspettato dieci anni dopo, quando la vita lo metterà di fronte a un altro incontro e a un nuovo inizio. C’è l’amore che nasce da una piccola, innocente bugia, che negli anni però cresce e finisce per diventare una verità, perché non tutte le bugie vengono per nuocere; alcune, anzi, possono aiutare un matrimonio. E c’è l’amore che sembra sparito, sepolto sotto la noia del quotidiano, ma che si risveglia di colpo, più forte che mai, per una frase sbagliata al momento giusto, una frase che rimette errori e rancori nella giusta prospettiva.
Nelle storie raccolte in questo libro, l’amore viene presentato nei suoi diversi aspetti: l’amore che consuma e quello che rigenera, l’amore che fa sognare e quello che è incontro di corpi, l’amore che fa piangere e quello che strappa una risata.

I sedici scrittori che compongono l’antologia, curata da Giorgio Nisini, sono stati ospiti di Caffeina: dieci giorni di incontri, dibattiti, rappresentazioni e musica, che si svolgono ogni anno a inizio estate a Viterbo. Il festival, inaugurato nel 2007, celebra con questo libro il suo decennale. caffeinacultura.it

martedì 9 febbraio 2016

Opinione: Le Cronache di Teseo, di Abraham Tiberius Wayne

http://www.amazon.it/gp/product/B016H8FSFA/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B016H8FSFA&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

“Le Cronache di Teseo” è una serie di sei racconti brevi che descrivono il mitologico viaggio dell’eroe greco da Trezene ad Atene e il celeberrimo episodio che vede il figlio di Etra confrontarsi con il minotauro, il tutto riproposto in chiave fantasy. Elementi tipici e atipici del genere quali incantesimi, evocazioni, pozioni, creature fantastiche della mitologia greca, ebraica e del folklore italiano non alterano i connotati della struttura del mito greco: gli Dei, i loro capricci e i giochi di potere conservano sempre un ruolo predominante e il Fato continua a essere un’entità cui è inutile sottrarsi. Tuttavia, contrariamente al canonico eroe greco, il protagonista presentato in questa raccolta ha necessità di maturare come uomo e come guerriero per ogni fatica superata ed è questo il suo più grande punto di forza, nonché ciò che gli permette di valicare i limiti del tempo e dello spazio e di giungere fino al lettore del nostro secolo per toccarlo nel profondo.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Ringrazio l'autore per avermi permesso di leggerlo e di parlarvene.
Un libro davvero interessante, che piacerà di sicuro a chi ama la mitologia.
Ovviamente io non ne sono un esperta, anche se mi intriga sempre molto questa tematica.
Ormai Hollywood approfitta molto di questa tematica (sempre attale per trovare materiale) e capire cosa fosse "vero" e cosa riadattato per la pellicola è difficile; 
e quì, in questo libro, abbiamo la storia di Teseo e le sue fatiche, riviste in chiave leggermente moderna. Ci sono delle piccole modifiche per rendere la storia più appetibile al pubblico, aggiungendo un tocco fantasy durante le varie fatiche che affronta. Ma per il resto, è tutto piuttosto fedele all'originale (mi fido dell'autore, a cui ho chiesto un chiarimento, in quanto non me ne intendo per nulla).

Scritto molto bene e scorrevole, in un attimo ti porta alla fine con la curiosità di saperne di più e capire se davvero sia tutto "vero" (come mitologia); crea molta curiosità nel lettore.

Se scriverà di altri miti sarei curiosa di leggerli!
Superfluo dire che ve lo consiglio molto 

lunedì 8 febbraio 2016

Opinione: Il Cuore di Maya, di Alexia Bianchini

http://www.amazon.it/gp/product/B0160WJX3Q/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B0160WJX3Q&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Braccata, stanca di scappare, Maya è arrivata a desiderare la morte per trovare pace, quando incontra Drew, che è intenzionato a salvare la sorella dai vampiri.
Maya, sebbene sia una creatura della notte, non si è votata al Male e affiancherà Drew nella battaglia, affrontando il suo nemico numero uno.

Una novella urban, con un pizzico di romance, prima avventura di una trilogia YA.



° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °  

Un racconto molto breve, ma carino….peccato che finisca così in fretta!
In 33 paginette si viene cataputlati in questo mondo così particolare, ed interessante.
Ma tutto sfugge così rapidamente tra le righe che in un attimo si è già alla fine. 
Un peccato.
Maya è intrigante, un personaggio che (forse per il poco che dice di se) spinge il lettore a voler di più, ad essere curioso della sua storia appena accennata.
Anche Drew, che improvvisamente capita nella sua vita incuriosisce molto, ma purtroppo per il lettore, tutte le domande restano sospese in aria.
Spero in qualche seguito, magari più corposo per rendere giustizia a questi personaggi.

Una storia avventurosa, scattante, ma che sfugge tra le mani del lettore.
Un ottimo racconto!
Se avete poco tempo o per superare il blocco del lettore, ve lo consiglio....ma anche se vi intriga la storia, eh! 

domenica 7 febbraio 2016

Consiglio del Giorno:Le cicatrici dell’anima, di L. Cassie


http://www.amazon.it/gp/product/B01B54E1RM/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B01B54E1RM&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Trama
“Cicatrici dell’anima” è una raccolta di pensieri scritta per dare voce a quelle parole trattenute troppo a lungo nel mio cuore.

Sono pensieri scaturiti da tutto ciò che mi circonda, dalla mia stessa vita, dalle persone che ne fanno parte e da ciò che mi capita di osservare nelle vite altrui. Sono citazioni, più o meno lunghe, che raccontano la vita vista con i miei occhi e le mie emozioni e, soprattutto, secondo il mio passato.
In questo libro cerco di descrivere l’adolescenza femminile, le varie sfumature dell’amore e della vita, spero possiate rispecchiarvi. Buona lettura.

Autrice
L. Cassie nasce nel 1993 a Torino ed è in Piemonte che trascorre la sua infanzia, crescendo a pane e libri. Intraprende un percorso scolastico che la qualifica Estetista nel 2010, abilitandosi qualche anno più tardi. A Gennaio 2015 apre un piccolo spazio sul web, denominato "L. Cassie - Blog", con il quale collabora, come promoter e recensitrice, con note Case Editrici. A poco a poco riscopre una vecchia passione, quella per la scrittura, ed è grazie a quest'ultima che decide di dar luce al suo primo romanzo “Una nuova vita”. Pochi mesi dopo realizza una seconda opera intitolata “Ascolta il mio silenzio”. Nell’ Ottobre 2015 comincia la sua collaborazione con la rivista “Eclettica, la voce dei blogger”, gestendo la rubrica “La libreria di L. Cassie”. Ed è nel Gennaio 2016 che pubblica un nuovo opera, una raccolta di citazioni intitolata “Le cicatrici dell’anima”.



 Estratti

“Mi innamoro di te ogni minuto,
ma tra un minuto e l’altro ti odio.”


 “Raccolgo da terra i cocci del mio cuore,
per evitare che la gente,
camminando distrattamente,
calpesti anche quelli.”

Lotta ogni giorno,
affinché nella tua vita si realizzi un sogno.”