mercoledì 8 marzo 2017

Blogtour: Curadh - Estratto



 
 
 
Benvenuti a questo Blogtour dedicato al secondo capitolo della "Trilogia Dell'Apocalisse".
In questa tappa vi farò leggere un Estratto in anteprima, ma prima di tutto un passo indietro e vediamo questo nuovo libro... 


http://amzn.to/2lIfoAA



Titolo: Curadh
Autrice: Federica Caglioni
Saga: La Trilogia dell’Apocalisse (Volume 2)...
Editore: Amazon Self Publishing
Genere: Contemporary Fantasy, Young Adult
Pagine: 473
Pubblicazione: 9 Marzo 2017
Formato: Ebook ~ Cartaceo
Prezzo: 2,99€ (gratis con Kindle Unlimited) ~ per il cartaceo da aggiornare appena sarà disponibile
(Cliccando sulla Cover si va su Amazon)






Trama:
Sono passati tre anni da quando la vita di Kelia è cambiata. Scoprire di essere una Nephilim e di dover prendere parte all’Apocalisse, la Guerra tra Arcangeli e Angeli Ribelli, ha completamente rivoluzionato la sua esistenza.
Adesso è cresciuta e ad aiutarla a trovare un senso alla sua nuova vita ci sono sempre Alex, la G.H.S. e Edward, suo padre, che prima di morire le ha lasciato una strada da seguire per poter sfuggire al controllo di Raphael.
Ma ripercorrere i suoi stessi passi non sarà altrettanto semplice per lei perché nuovi e vecchi nemici si faranno avanti in vista dell’Apocalisse e la ostacoleranno nella sua ricerca.
Riuscirà Kelia a superare tutte le difficoltà oppure sarà costretta ad arrendersi? E fin dove sarà disposta a spingersi per ottenere ciò che cerca?
Il conto alla rovescia verso l’Apocalisse è iniziato.

Contatti
• Facebook: https://www.facebook.com/groups/1215638391833022/
• Twitter: https://twitter.com/OnRainyDaysBlog
• Instagram: https://www.instagram.com/onrainydays_blog/
• Blog: https://onrainydaysblog.wordpress.com/


...e una sbirciatina al precedente volume:
Alethè
Trasferirsi in un’altra città non è semplice ma Kelia deve farlo se vuole sapere qualcosa sui genitori che non ha mai conosciuto. Sa che, qualunque cosa scoprirà su di loro, la sua vita non sarà più la stessa. Ciò a cui non è preparata è l’imprevedibile piega che prende la sua vita. Sono coincidenze o forse c’è qualcosa dietro ai misteriosi oggetti che compaiono dal nulla e agli strani sogni che minacciano di accadere davvero? Kelia si trova davanti a una scelta difficile: credersi pazza oppure fidarsi di Alex, uno sconosciuto che dice di sapere la verità. Quando scopre che anche la sua famiglia è coinvolta, non può fare altro che accettare una realtà ben più complessa e pericolosa di quanto si sarebbe mai aspettata. Sarà costretta a scegliere da che parte stare, ma ogni decisione ha un prezzo e quello che lei dovrà pagare sarà ben più alto di quanto avesse mai immaginato.
https://www.facebook.com/AletheVol1/
https://www.amazon.it/dp/B01AUO8D6S


Ma eccoci alla tappa di oggi, ovvero un Estratto del Libro:

Mentre l’acqua si scalda, preparo il servizio buono. Sto per posare lo zucchero sul vassoio quando Thomas entra e mi informa che la partita è finita.
«Greg non ha resistito molto»
«No, ma è stato Alfred a cadere per primo» si appoggia allo spigolo del tavolo, le gambe incrociate come gli ho visto fare molte volte durante le sue lezioni.
Scuoto la testa incredula.
«Povero nonno. Deve essere il Natale peggiore della sua vita»
«Di là hanno detto la stessa cosa…» si prende una pausa per togliersi gli occhiali e abbandonarli sul tavolo.
«Come va a Harvard?» chiede alla fine, osservandomi attentamente.
Prima di rispondere raccolgo i pensieri e li organizzo. Sapevo già prima di partire che avrebbe voluto parlarmi e a seconda di come risponderò, la conversazione può prendere pieghe diverse. Se lo conosco la metà di quanto lui conosce me – e Thomas mi conosce piuttosto bene –, so che ad interessargli è il lato personale. Vuole sapere come vanno le cose per me a Harvard, non gli interessa la situazione generale. È esattamente ciò che voglio evitare di raccontargli.
«Il campus e l’università sono abbastanza tranquilli. La situazione è gestibile, anche se ci sono sempre più avvistamenti di angeli»
«Il rettore ha preso provvedimenti?»
«Per il momento no. Ce ne stiamo occupando noi» non avendo più nulla da preparare sono costretta a fermarmi e a guardarlo. L’intenzione che gli leggo negli occhi non mi fa ben sperare. Dovrò comunque raccontargli ciò che vuole sapere.
«Stiamo anche sgomberando alcune sedi dei guardiani»
«Ho saputo. Tra l’aiuto che ci dai e gli studi di medicina, ti fanno lavorare parecchio, eh?» sorride ma non c’è traccia di allegria nella sua espressione.
«Prima… Sono stata sospesa dopo l’ultima missione»
È snervante essere una dei vice-responsabili del centro medico della G.H.S. e non poterci mettere piede. Ho scelto di studiare ad Harvard perché li avrei potuto sfruttare la mia preparazione fin da subito, ma non ha senso se mi obbligano a restare a casa.
La conversazione si interrompe quando Rose entra in cucina per prendere il tè. Scherzando un po’ sulla sfortuna di mio nonno faccio per seguirla, ma Thomas non ha ancora finito.
«Sono preoccupato» mi blocca a metà strada tra lui e l’arco.
«Gli ultimi rapporti del tuo supervisore erano…»
«Pieni di lamentele» lo anticipo, tornando indietro controvoglia.
«Da cosa dipende?» si gratta il lobo destro con il pollice e l’indice dell’altra mano.
So riconoscere fin troppo bene i tic che sfodera quando qualcosa lo preoccupa. Non mi rende felice sapere che questa volta sono io la fonte delle sue ansie.
«Abbiamo avuto delle divergenze» mi osservo le mani. Non so se sto facendo la cosa giusta. «E poi perché spesso non ho energia sufficiente nemmeno per avviare le comunicazioni con la squadra»
«Quando è iniziato?»
«Circa un mese e mezzo fa. All’inizio spariva solo per alcuni minuti, poi è peggiorato»
«Scommetto che fai ancora fatica a dormire»
Glielo confermo con un cenno della testa. È da prima dell’estate che soffro di insonnia per colpa di una visione e l’ultima volta che ne abbiamo parlato non siamo riusciti a trovare una soluzione.
«Credo sia la visione a privarti dell’Energia. O quella o Alex»
«Perché Alex?» sento una nota d’irritazione nella voce.
Il mio ex professore impiega alcuni attimi per rispondermi. Si passa anche una mano sulle palpebre prima di rimettere gli occhiali e guardarmi.
«Vorrei che la smettessi di pensare che le persone siano cieche o stupide. Non so se lo fai per proteggerlo o perché davvero non te ne accorgi, ma quello che state facendo è pericoloso. Non mi riferisco ai libri di tuo padre, ma al tuo condividere l’anima con uno spirito»


Ora che siamo alla fine, spero abbiate seguito le tappe precedenti e che non mancherete a quelle successive.
Se non lo avete ancora fatto: male!
5 Marzo Trama Leggendo Romance
6 Marzo Copertina LeggimiScrivimi
7 Marzo Booktrailer  Racconti Dal Passato
8 Marzo Estratto Viaggiatrice Pigra
9 Marzo Intervista Le Recensioni Della Libraia
10 Marzo Premiazione Diario Di Un Sogno


Correte a recuperare, infatti c'è una copia cartacea del romanzo in regalo!
Ma mi raccomando, dovete commentare ogni tappa e cercare di essere originali ;)
Avete tempo fino alle 10 del 10 Marzo!

4 commenti:

  1. Bellissima tappa, complimenti.
    Interessante leggere l'estratto, mi ha riportata in una storia che avevo lasciato a malincuore... attendo il suo seguito che sicuramente leggerò presto, perché voglio sapere come va avanti e voglio rincontrare i personaggi che tanto mi ha appassionata ^_^

    RispondiElimina
  2. L'estratto di oggi è molto interessante, come sicuramente lo è tutta la trilogia.

    RispondiElimina
  3. Scorrevole... come d'abitudine!!!

    RispondiElimina
  4. L'estratto ci riporta nel mondo di Federica e non può fare che piacere!

    RispondiElimina