lunedì 7 agosto 2017

Review Party: Shadow Play

 

http://amzn.to/2vF3a4t
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Mi chiamo Cisco Suarez e una settimana fa ero morto.
Costretto da una maledizione a servire un’organizzazione avvolta dalle ombre, ho parecchio sangue sulle mie mani. Per fortuna ho anche un problema a rispettare le autorità, perciò non prendo più ordini e la prima cosa da fare sulla mia lista è abbattere quei bastardi.

Se sono bravo in qualcosa, è cercare in posti bui. Ma ho anche delle ombre di mio. Dei fatti terribili continuano a tormentarmi e non sto parlando di un tipo di tormento metaforico. Sto parlando di fantasmi, di maghi... e di quell’entità dagli scintillanti occhi rossi.
Questo dimostra che è vero quello che dicono: si raccoglie ciò che si semina.
La resurrezione è sopravvalutata o cosa?



Cisco ritorna!
Dopo la sua prima avventura in Dead Man, il Fuorilegge della Magia Nera continua le sue avventure dal dove lo avevamo lasciato.
Dopo una settimana turbolenta, passata a capire cosa gli fosse successo, la sua vita però non smette di essere caotica. Dieci anni di vita persi nel nulla da quando si era svegliato in un cassonetto e aver scoperto di essere morto...ma c'era anche di peggio. Era diventato una marionetta, uno zombie, costretto a fare da sicario per dei cattivoni a cui aveva dato la caccia per ciò che lo avevano costretto a fare: oltre tante vittime (più o meno innocenti) lo avevano costretto a sterminare la sua famiglia, cosa che ancora lo perseguita, nonostante non ricordi nulla e non sia stata affatto colpa sua.
Ma aver sconfitto i suoi nemici che lo rivolevano servo non è bastato. Ancora troppe domande non hanno risposta e lui deve indagare, per risolvere i misteri che circondano la sua morte.

In piena notte infatti torna nel luogo dove lo hanno reso uno zombie, cercando tracce residue dell'incantesimo e sperando di poter veder oltre e capire qualche dettagli rimasto in quel posto, per trovare tutti i colpevoli e sperare di ottenere qualche risposta.
Ma nulla è mai semplice per lui.
Infatti, poco dopo aver iniziato a scavare, viene attaccato da un poltergeist molto violento ed inusuale, che continua a stargli addosso finché non scappa, dandogli una pista su cui continuare le sue indagini.
Si ritrova a casa del suo ex migliore amico Evan, per chiedergli di rintracciare una barca per conto suo, visto che è nelle forze dell'ordine, ma anche questo non è semplice: è sposato con la sua (ex) ragazza e vive con sua figlia, a cui non vogliono che si avvicini. Un bel casino!

L'unica che sembra ancora averlo a cuore sembra la migliore amica della sua sorellina (morta), Milena, ma con lui accanto nemmeno lei è al sicuro e la vuole tenere lontana: poltergeist che sembrano braccarlo dietro ogni angolo, un primordiale che si mette di mezzo in una pista e si rivela estremamente pericoloso, per non parlare del Corno che rivelerà sorprese inaspettate.

Cisco dovrà vedersela con molti nemici e rivedere le amicizie che credeva di avere ancora.
Furbo ed intelligente, meno sfrontato e impulsivo di dieci anni prima, si troverà nel pieno di un'altra avventura senza freni, con nemici che non gli danno tregua, mentre alcune risposte tornano a galla.
Il finale è assolutamente imprevedibile, mi ha lasciato senza parole.
Un protagonista interessante e carismatico, pieno di risorse e...anche divertente! Spero di poter leggere presto i seguiti, perché sono curiosa di scoprire come andrà avanti la storia di Cisco.
Nel frattempo, mi mancherà....

3 commenti:

  1. Mancherà anche a me 😭 lui e Milena.

    Bellissima recensione!!

    RispondiElimina
  2. Milena piace molto anche a me e incrocio le dita per loro

    RispondiElimina
  3. Adoro Cisco, e anche io lo vedo bene insieme a Milena.

    RispondiElimina