mercoledì 31 gennaio 2018

Esce oggi un horror di Marie Sexton: In Fondo Al Pozzo. Spero il primo tradotto di una serie perché ho trovato questo libro interessante e scorrevole, e sarei curiosa di leggere altro di quest'autrice. Un romanzo piuttosto corto ma originale e che regala qualche brivido al lettore.... Fateci un pensiero, merita di essere letto 😉 (Ne parlo per bene sul blog) #InFondoAlPozzo #MarieSexton #horror #thriller #romance #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: In Fondo Al Pozzo, di Marie Sexton

http://amzn.to/2Bu0FQU
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Vent’anni dopo il brutale assassinio della reginetta del ballo Cassie Kennedy, sei adolescenti s’intrufolano nella casa in cui è stata uccisa per tenere una seduta spiritica. Haven sa che sua cugina Elise vuole solo spaventare a morte lui e i suoi amici, ma è pronto a sopportare un altro dei suoi scherzi, pur di avere la possibilità di trascorrere qualche ora con Pierce Hunter, il ragazzo arrivato in città da poco.

Ma la mattina seguente, Elise è scomparsa senza lasciare traccia.

Dodici anni più tardi, Pierce e suo fratello gemello Jordan sono diventati investigatori professionisti del paranormale e conducono una trasmissione televisiva in cui vanno a caccia di fantasmi. Quando Pierce chiama Haven per convincerlo a tornare un’ultima volta nella casa apparentemente infestata, Haven accetta la sua proposta con riluttanza. È agitato al pensiero di incontrare di nuovo Pierce, ma è determinato a ottenere delle risposte. Quella lontana notte, durante la seduta spiritica, hanno parlato davvero con il fantasma di Cassie? Che cosa è successo a Elise? E il mistero più grande di tutti: come faceva sua cugina a sapere del segreto celato nel pozzo?

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Finalmente un bel thriller/horror che mette qualche brivido durante la lettura!
Esce oggi, quindi prestate attenzione se vi piace il genere.

Elise è la più grande della comitiva di un anno e adora spaventare gli amici, specialmente suo cugino Haven verso il quale, fin da piccola, inventava storie e misteri, per terrorizzarlo. L'ultima sua idea è fare una seduta spiritica in una vecchia casa abbandonata. Haven non ne vuole sapere, fino a che non scopre che lei ha invitato i gemelli Hunter, Jordan e Pierce, per cui ha una cotta.
Arrivano presto e si dividono le stanze: Linsey (la sorella di Elise) con il fidanzato Craig, Elise con Jordan che la segue come un cagnolino, e...Haven e Pierce che decidono di non dividersi e stare nella stessa stanza, anche perché il luogo è spettrale e nessuno si sente di stare solo.

Durante la notte Elise racconta loro una storia: vent'anni prima una ragazza venne uccisa in quella casa, sventrata proprio dove stanno seduti in cerchio loro, pronti ad iniziare la seduta spiritica. L'unico sospettato di quel crimine si suicidò pochi giorni dopo il fatto, impiccandosi alla balaustra dietro di loro. In molti hanno visto i due fantasmi per la casa, per questo nessuno l'ha più comprata ed è ancora disabitata. Ed Elise vuole contattarli per poterci parlare e capire cosa sia accaduto....

A dodici anni di distanza Haven viene contattato da Pierce per parlare di quella notte e dei giorni seguenti. Lui ed il fratello sono diventati investigatori del paranormale e hanno deciso di tornare per girare un episodio nella loro vecchia città, sia per dare pepe allo show, sia per cercare di mettere chiarezza alla questione dopo tutti quegli anni, perché: Elise quella notte è scomparsa nel nulla e nessuno ha idea di che fine possa aver fatto.
Haven inizialmente è combattuto: vuole rivedere Pierce, ricorda ancora quella notte e prova un rimpianto per quello che gli è scivolato fra le dita; ma prova ancora odio verso Jordan, convinto che sia stato lui ad aver ucciso la cugina anni prima. Eppure alla fine accetta. Se questo chiarirà la faccenda, è disposto a tentare, ma non ha idea di cosa accadrà in quei giorni...

Una storia davvero bella e, anche se breve (un 200 paginette) porta dentro di se qualcosa di completo ed interessante; un racconto originale che tiene il lettore incollato perché deve sapere cosa sia successo. Anche in questo caso abbiamo il passato che si scontra con il presente, alternandoli nella lettura, permettendo di capire solo pochi dettagli alla volta.
Infatti non sapremo subito cosa è accaduto durante la seduta spiritica e poi durante la notte, fino al mattino dopo quando tutti si resero conto della scomparsa.
Oltre al cosa accadrà nel presente della vicenda, perché molte piste vengono analizzate e portate avanti con una nuova prospettiva e l'intraprendenza che solo da adulti si può acquisire.

Una lettura che mi ha conquistato e che ho divorato in poche orette, lasciandomi un po' frastornata ma felice; un mistero che si muove fra thriller e horror (con un pizzico di romance), dando qualche piccolo spavento al lettore. A me qualche brivido mi è venuto (e ce ne vuole), quindi se non vi spaventate facilmente segnatelo: potrebbe piacervi e potreste trovarlo interessante nel complesso, perché la trama è ben scritta e non prevedibile.
Spero vengano portate altre storie di quest'autrice in Italia, non è affatto male.
Consigliatissimo!

PS. Mi rendo conto che è assurdo doverlo scrivere nel 2018, ma preciso un dettaglio che potrebbe portare alcuni a distruggere questo romanzo per una sciocchezza:
Haven e Pierce sono due maschi, quindi se questo potrebbe darvi fastidio evitate la lettura!

martedì 30 gennaio 2018

Nella Mente Di Grace, di E.C.Diskin #NellaMenteDiGrace #ECDiskin #Amazon #AmazonPublishing #AmazonCrossing #thriller #thrillerpsicologico #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Oggi esce il thriller "Nella Mente Di Grace", una lettura veloce e molto piacevole, un intricato mistero che ci troveremo a dover risolvere insieme alla protagonista. Ve ne 0arlo meglio sul blog 😉 #NellaMenteDiGrace #ECDiskin #Amazon #AmazonPublishing #AmazonCrossing #thriller #thrillerpsicologico #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Nella Mente Di Grace, di E.C. Diskin

http://amzn.to/2DzJrDK
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
È una gelida giornata d’inverno quando Grace Abbott si risveglia in un letto d’ospedale per scoprire di aver perso la memoria in seguito a un incidente stradale. Affidata alla sorella Lisa, con la quale si rifugia nella solitaria fattoria di famiglia, viene raggiunta dalla polizia e informata che il suo fidanzato è stato ucciso. Senza ricordi, Grace non ha alibi. Non le resta che mettersi sulle tracce del proprio passato, anche se quanto viene a scoprire aumenta giorno dopo giorno la sua angoscia. Un fitto alone di mistero avvolge la sua casa, la sua famiglia, la sua infanzia. I sogni si mescolano ai ricordi, la realtà agli incubi. E Grace comincia a pensare che la perdita di memoria non sia dovuta solo all’incidente… Forse negli oscuri recessi della sua mente si nasconde qualcosa di ancora più sinistro e spaventoso di quanto lei stessa possa immaginare?

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Provate ad immaginare di svegliarvi in un posto che non conoscete. Di rendervi conto di essere in ospedale. E di non avere idea di come ci siete finiti.
Ma aspettate, c'è di peggio. Perché non solo non ricordate l'incidente che vi ha portato lì, non ricordate nemmeno la vostra vita, il vostro nome,...nemmeno riconoscete la vostra immagine riflessa.
E' questo che accade a Grace, una giovane donna sui vent'anni che ha avuto un violento incidente automobilistico e non ricorda assolutamente niente.
Inerme e sola, dopo una settimana di ospedale, si trova affidata ad una sconosciuta che dice di essere sua sorella Lisa, che la porterà alla loro casa d'infanzia dove vive e con cui dovrà dipendere perché ancora molto debole e fragile, a causa dell'incidente.
Qualcosa dentro di lei le dice che c'è qualcosa di sbagliato ogni volta che Lisa si avvicina e la tocca, ma non riesce a capire cosa. Saranno gli anni di differenza, come dice lei, visto che era andata via di casa molto giovane, oppure qualcos'altro che riguarda il passato di cui non vuole parlarne?
Infatti ad ogni richiesta di raccontarle le cose Lisa è evasiva e lascia piccole frasi, per "non sconvolgerla troppo". Eppure Grace sente che c'è qualcosa che manca.
 
A peggiorare il tutto suona alla porta la polizia, rivelandole che la stavano cercando pensando al peggio, poiché viveva con il suo ragazzo Michael che è stato ritrovato morto in casa loro, ucciso il giorno del suo incidente. Cosa che la mette in cima alla lista dei potenziali colpevoli, senza un alibi, senza ricordi che possano spiegare le prove che, mano a mano, saltano fuori e sembrano tutte puntare verso di lei. Ma sarà colpevole? 
 
Una base di trama che viene sfruttata direi troppo ultimamente (l'amnesia del protagonista) però, con gli elementi giusti e la capacità di narrare in modo fluido, funziona molto bene.
Un thriller psicologico interessante che, come molti, non regala nulla, aggiunge frammenti andando avanti, scoprendo insieme a Grace tracce del suo passato attraverso chi le stava intorno e la conosceva, sia attraverso ricordi che ogni tanto ricompaiono avvicinandola a ritrovare se stessa e la sua storia.  
Un libro con una storia intricata, quasi complessa quando ci rendiamo conto del quadro generale; con personaggi che non ci parlano direttamente di loro, ci danno qualcosa lentamente e dovremo arrivare alla fine per sapere tutto.
Il lettore non sarà sicuro fino alla fine di cosa sia davvero successo in quella casa, come dell'incidente di Grace, e neppure di tanti altri piccoli misteri che salteranno fuori ad arricchire la trama, legati al passato della protagonista che tenterà di risolverli come se fosse la prima volta, insieme a noi.
Piacevole e molto scorrevole, si legge in fretta e non si sente il peso delle pagine.
L'ho divorato in una sera!
 
Esce oggi, quindi:
Fateci un pensiero se vi piace il genere, non vi deluderà. 

lunedì 29 gennaio 2018

Il Gioco Bugiardo, di Ruth Ware #IlGiocoBugiardo #RuthWare #corbaccio #corbaccioeditore #thriller #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Questa mattina vi parlo di una novità Corbaccio, uscita da poco ma davvero interessante: "Il Gioco Bugiardo". Una lettura piacevole e misteriosa, che racconta di quattro donne legate da una profonda amicizia e da un enorme segreto..... Un thriller molto bello e che mi ha ricordato come mai mi fosse piaciuta tanto la Ware anni fa, al suo primo libro. #IlGiocoBugiardo #RuthWare #corbaccio #corbaccioeditore #thriller #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Il Gioco Bugiardo, di Ruth Ware

http://amzn.to/2DEFDVO
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
 
Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: «Ho bisogno di te». Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Isa è una neomamma alle prese con la sua piccola Freya, con il desiderio di tenerla sempre accanto a se e di controllarla continuamente. Entra in ansia solo a lasciarla col marito per poche ore, figuriamoci iniziare a pensare allo svezzamento oppure al farla dormire lontano dal letto matrimoniale. Una notte, ancora sveglia dopo aver dato da mangiare alla piccola, le arriva un messaggio da una vecchia amica che le chiede aiuto e la sua risposta è immediata: "Arrivo".
Sa che non è stato mandato solo a lei e che le altre non lo leggeranno in quelle ore di notte, ma è sicura che nessuna rifiuterebbe la richiesta, nonostante siano anni che non si vedono. Un legame molto forte si è stretto fra di loro quando erano ragazzine, e non si è mai sciolto, nonostante le strade diverse che hanno scelto negli anni che le hanno "divise".
 
Isa fa immediatamente i bagagli per lei e la piccola, inventando una scusa al marito per non spiegare il tutto, perché ad unirle non è stata solo la giovinezza e tante giornate trascorse insieme, ma anche un gioco che le ha messe contro tutti gli altri: il gioco delle bugie. Un gioco che le ha emarginate e stretto i loro legami saldamente, così a fondo che ognuna porta ancora con se un segreto enorme che le riguarda.
 
Durante il romanzo, fra passato e presente, conosceremo queste donne e ciò che erano state.
Scopriremo come Isa, Kate, Thea e Fatima si erano conosciute e cosa ha cementato la loro amicizia, alternato a loro adulte e alla nuova prospettiva che hanno, con nuove vite, alcune con una famiglia, ognuna con dei problemi appresso.
 
Tutto ha inizio in brevissimo tempo e noi ci troveremo a correre insieme alla protagonista lungo questa storia tortuosa, fra ciò che è successo e il presente, cercando di capire cosa le abbia unite così tanto, ma soprattutto quale sia quel segreto così enorme che sembra pronto a scoppiare in quella cittadina minacciando di travolgerle tutte.
 
Avevo già letto una precedente pubblicazione di quest'autrice e non mi ha deluso nemmeno questa volta. Una storia interessante che scorre veloce, alternando molto bene il tempo per dare, poco per volta, al lettore qualche tassello per capire la storia completa. Un thriller psicologico ben scritto che fino alle ultime pagine lascia con il dubbio che manca qualcosa. Spesso si ha la sensazione di aver capito ed invece il romanzo sterza bruscamente lasciando spiazzato chi legge, "costretto" ad andare avanti per risolvere il mistero che circonda queste donne.
Una storia che parla di menzogne e segreti, ma anche di amicizia e amore, perché fa capire fino a dove si spingerebbe una persona per affetto profondo.
Davvero molto bella!

sabato 27 gennaio 2018

Ciò che mi fa più paura è che tanti, troppi, hanno dimenticato. Anzi, peggio, vogliono dimenticare, sviano il discorso oppure lo negano. Portano avanti l'odio invece che aprire un po' il cuore (e la mente) per comprendere le diversità ed accettarle. Preferiscono mura e chiudere gli occhi. "Loro" contro "noi". Tutto ritorna, sempre. Morti innocenti. Violenze. Guerre. Razzismo spicciolo per giustificare il tutto. Provo profondo schifo a vivere in questo mondo, ma sono fiera di vedere alcuni che, come me, cercano di portare avanti la memoria, la storia vera, lottando a parole, non dimenticando mai il lato peggiore e non abbassandosi a quei livelli così infimi di pensiero da fare orrore. Temo il giorno in cui questi fatti saranno così lontani nel tempo da giustificarne la cancellazione del continuo ricordo.


via IFTTT

Il villaggio delle sirene, di Carlton Mellick III #IlVillaggioDelleSirene #CarltonMellickIII #Sirene #BizzarroFiction #vaporteppa #bizzarro #fantasy #horror #fantascienza #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

venerdì 26 gennaio 2018

....per arrivare a "Nikolaj", con una canzone più moderna che si adatta perfettamente alla storia 😉😊 #Nikolaj #ManOfHonor #KristenKyle #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #musicandbook🎧 #viaggiatricepigra


via IFTTT

Era da un po' che non tornava la musica sul blog 😉 Oggi fa capolino con un classico del Rock per far da sfondo a "Dimmi Chi Sei"..... #DimmiChiSei #NicoleTeso #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #musicandbook🎧 #viaggiatricepigra


via IFTTT

Consiglio del Giorno: In Fondo Al Pozzo

http://amzn.to/2DOMzis
Cliccando sulla Cover si va su Amazon





Titolo: In fondo al pozzo
Autore: Marie Sexton
Editore: auto pubblicato
Traduttore: Lucia Coluccia
Pagine: circa 220
Prezzo: 3,34 €
Data di pubblicazione: 31 gennaio 2018
EDIZIONE ITALIANA a cura di LED – www.elledi-led.com







Quarta di copertina:
Vent’anni dopo il brutale assassinio della reginetta del ballo Cassie Kennedy, sei adolescenti s’intrufolano nella casa in cui è stata uccisa per tenere una seduta spiritica. Haven sa che sua cugina Elise vuole solo spaventare a morte lui e i suoi amici, ma è pronto a sopportare un altro dei suoi scherzi, pur di avere la possibilità di trascorrere qualche ora con Pierce Hunter, il ragazzo arrivato in città da poco.
Ma la mattina seguente, Elise è scomparsa senza lasciare traccia.
Dodici anni più tardi, Pierce e suo fratello gemello Jordan sono diventati investigatori professionisti del paranormale e conducono una trasmissione televisiva in cui vanno a caccia di fantasmi. Quando Pierce chiama Haven per convincerlo a tornare un’ultima volta nella casa apparentemente infestata, Haven accetta la sua proposta con riluttanza. È agitato al pensiero di incontrare di nuovo Pierce, ma è determinato a ottenere delle risposte. Quella lontana notte, durante la seduta spiritica, hanno parlato davvero con il fantasma di Cassie? Che cosa è successo a Elise? E il mistero più grande di tutti: come faceva sua cugina a sapere del segreto celato nel pozzo?

Estratto:
«Quindi da allora la casa è rimasta vuota?» chiese Jordan.
Elise annuì. «Nessuno vuole comprarla. Alcune persone sono venute a vederla, ma sentivano tutte una strana presenza.» Si guardò intorno. «Non la sentite anche voi, ragazzi? Come… una sorta di energia oscura nella stanza.» Non attese che rispondessero a quella sua azzardata affermazione. «Alcuni dicono di aver visto una ragazza con un abito da ballo strappato, in piedi proprio là, alla finestra. Ecco perché l’hanno chiusa con assi di legno. Altri dicono invece che, se ascolti bene,» abbassò ancora di più il tono della voce «puoi sentire il cric, cric, cric della corda contro la ringhiera, mentre Joseph oscilla avanti e indietro, avanti e indietro.»

L’autrice:
Marie Sexton vive in Colorado. È una fan di più o meno tutto ciò che prevede abbondante contatto fisico fra giovani uomini muscolosi. In particolare ama i Denver Broncos e si diverte ad andare alle loro partite con suo marito. Spesso porta con sé anche i suoi amici immaginari. Marie ha una figlia, due gatti e un cane, tutti determinati a distruggere ciò che rimane della sua sanità mentale. Ma li ama comunque. Sito web e blog: http://mariesexton.net Facebook: http://www.facebook.comMarieSexton.author Twitter: https://twitter.comMarieSexton

[Music] Hotel California, The Eagles


Appena l'ho letta fra le pagine, ha iniziato a ritornarmi in mente e...come si fa a non esserne incantati?


Testo

On a dark desert highway, cool wind in my hair
Warm smell of colitas, rising up through the air
Up ahead in the distance, I saw a shimmering light
My head grew heavy and my sight grew dimmer
I had to stop for the night.

There she stood in the doorway;
I heard the mission bell
And I was thinking to myself
'This could be heaven or this could be Hell'
Then she lit up a candle and she showed me the way
There were voices down the corridor,
I thought I heard them say...

Welcome to the Hotel California
Such a lovely place (such a lovely place)
Such a lovely face.
Plenty of room at the Hotel California
Any time of year (any time of year) you can find it here

Her mind is Tiffany-twisted, she got the Mercedes bends
She got a lot of pretty, pretty boys, that she calls friends
How they dance in the courtyard, sweet summer sweat
Some dance to remember, some dance to forget

So I called up the Captain,
'Please bring me my wine'
He said, 'we haven't had that spirit here since nineteen sixty-nine'
And still those voices are calling from far away,
Wake you up in the middle of the night
Just to hear them say...

Welcome to the Hotel California
Such a lovely place (such a lovely place)
Such a lovely face.
They livin' it up at the Hotel California
What a nice surprise (what a nice surprise), bring your alibis

Mirrors on the ceiling,
The pink champagne on ice
And she said,
'we are all just prisoners here, of our own device'
And in the master's chambers,
They gathered for the feast
They stab it with their steely knives,
But they just can't kill the beast

Last thing I remember, I was
Running for the door
I had to find the passage back to the place I was before
'Relax' said the night man,
'We are programmed to receive.
You can check out any time you like,
But you can never leave!
Traduzione

Su un'autostrada buia e deserta, con il vento fresco tra i capelli
un caldo profumo di colitas, si solleva nell'aria
più avanti in lontananza, vidi una luce scintillante
la mia testa divenne pesante e la mia vista si indebolì
dovetti fermarmi per la notte

Lei stava sulla soglia
ed io udii il campanello d'allarme
mentre pensavo tra me
'potrebbe essere il paradiso o potrebbe essere l'inferno'
poi lei accese la candela e mi mostrò la strada
si udivano nelle voci nei corridoi
e credevo che dicessero....

Benvenuto all'Hotel California
un posto così amabile
un volto così amabile
ci sono tante camere all'Hotel California
in ogni momento dell'anno puoi trovarne una


La sua mente è perversa, ha le curvature di una Mercedes
ha tanti bei ragazzi che chiama amici
danzano nel cortile, sudati per la dolce estate
alcuni danzano per ricordare, altri per dimenticare


Chiamai il Capitano,
'Per favore, mi porti del vino',
lui disse 'non abbiamo quel tipo di bevanda dal 1969'
ed ancora quelle voci si facevano udire da lontano
ti svegliavano nel mezzo della notte
solo per sentirle sussurrare...


Benvenuto all'Hotel California
un posto così amabile
un volto così amabile
si stanno divertendo molto all'Hotel California
che bella sorpresa,
ti porge le sue scuse

Specchi sul soffitto
champagne rosato sul ghiaccio
e lei disse
'Noi siamo tutti prigionieri del nostro nuovo congegno'
e nella camera del padrone
si sono raccolti per il banchetto
lo trafiggono con i loro coltelli in acciaio
ma non possono uccidere la bestia

L'ultima cosa che ricordo
è che stavo correndo verso la porta
cercai il passaggio che mi riportasse indietro nel posto in cui ero prima
'Rilassati' disse l'uomo della notte
noi siamo programmati per ricevere
tu puoi lasciare l'albergo quando vuoi,
ma non potrai mai abbandonarci




[Music] Elastic Heart, Sia

 

Testo

And another one bites the dust
Oh why can I not conquer love
And I might have thought that we were one
Wanted to fight this war without weapons

And I wanted it, I wanted it bad
But there were so many red flags
Now another one bites the dust
Yeah let's be clear, I'll trust no one

You did not break me
I'm still fighting for peace

I've got thick skin and an elastic heart,
But your blade it might be too sharp
I'm like a rubberband until you pull too hard,
But I may snap when I move close
But you won't see me fall apart
Cause I've got an elastic heart

I've got an elastic heart
Yeah I've got an elastic heart

And I will stay up through the night
Let's be clear, won't close my eyes
And I know that I can survive
I'll walk through fire to save my life

And I want it, I want my life so bad
I'm doing everything I can
Then another one bites the dust
It's hard to lose a chosen one

You did not break me
I'm still fighting for peace

I've got thick skin and an elastic heart,
But your blade it might be too sharp
I'm like a rubberband until you pull too hard,
I may snap and I move fast
But you won't see me fall apart
Cause I've got an elastic heart
oh oh oh oh oh oh oh oh oh

I've got thick skin and an elastic heart,
But your blade it might be too sharp
I'm like a rubberband until you pull too hard,
I may snap and I move fast
But you won't see me fall apart
Cause I've got an elastic heart

I've got thick skin and an elastic heart,
But your blade it might be too sharp
I'm like a rubberband until you pull too hard,
I may snap and I move fast
But you won't see me fall apart
Cause I've got an elastic heart
Traduzione

E un altro mangia la polvere
Oh perché non riesco a conquistare l’amore?
E avrei potuto pensare che eravamo una cosa sola
Volevo combattere questa guerra senza armi

E lo volevo, lo volevo terribilmente
Ma c'erano così tante bandiere rosse
Ora un altro mangia la polvere
Sì, cerchiamo di essere chiari: non mi fiderò di nessuno

Tu non mi hai spezzata
Sto ancora combattendo per la pace

Ho la pelle spessa e un cuore elastico
Ma la tua lama potrebbe essere troppo affilata
Sono come un elastico che si lacera se tiri troppo forte
Potrei spezzarmi quando mi avvicino
Ma non mi vedrai crollare
Perché ho un cuore elastico

Ho un cuore elastico,
Sì, ho un cuore elastico

E resterò sveglia nella notte
Cerchiamo di essere chiari: non chiuderò gli occhi
E so che posso sopravvivere
Camminerò attraverso il fuoco per salvare la mia vita

E la voglio, voglio così tanto la mia vita
Sto facendo tutto quello che posso
Poi un altro mangia la povere
E’ difficile perdere qualcuno che hai scelto

Tu non mi hai spezzata
Sto ancora combattendo per la pace

Ho la pelle spessa e un cuore elastico
Ma la tua lama potrebbe essere troppo affilata
Sono come un elastico che si lacera se tiri troppo forte
Potrei spezzarmi quando mi avvicino
Ma non mi vedrai crollare
Perché ho un cuore elastico
oh oh oh oh oh oh oh oh oh

Ho la pelle spessa e un cuore elastico
Ma la tua lama potrebbe essere troppo affilata
Sono come un elastico che si lacera se tiri troppo forte
Potrei spezzarmi quando mi avvicino
Ma non mi vedrai crollare
Perché ho un cuore elastico

Ho la pelle spessa e un cuore elastico
Ma la tua lama potrebbe essere troppo affilata
Sono come un elastico che si lacera se tiri troppo forte
Potrei spezzarmi quando mi avvicino
Ma non mi vedrai crollare
Perché ho un cuore elastico



giovedì 25 gennaio 2018

Una lettura che mai avrei preso in considerazione, ma era l'offerta più interessante su Kindle For Samsung, quindi: perché no?! Sembra interessante... #IlVillaggioDelleSirene #CarltonMellickIII #Sirene #BizzarroFiction #vaporteppa #bizzarro #fantasy #horror #fantascienza #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Questa mattina vi parlo di una prossima uscita: Dimmi Chi Sei, di Nicole Teso. Un libro che si stacca dai precedenti per regalare una storia (autoconclusiva) alla portata di tutti. Tenetelo a mente, potrebbe piacervi molto 😉 No, non è un audiolibro! Ma ci sono parecchie canzoni che l'autrice cita qua e là fra le pagine, facendo venir voglia di far partire la musica mentre si legge 🎧🎵 #DimmiChiSei #NicoleTeso #erotic #erotico #romance #romanzo #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Dimmi Chi Sei, di Nicole Teso

http://amzn.to/2Dx5iib
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
 Mi chiamo Mercy Stone ed ero convinta di sapere tutto di me.
Avevo un lavoro, l’amica migliore del mondo e una famiglia che si faceva in quattro per me.
In una notte la mia vita cambiò per sempre.
Venni aggredita, ma uno sconosciuto accorse in mio aiuto. Non sapevo niente di lui. L’unica cosa certa era l’attrazione inspiegabile che nutrivo nei suoi confronti.

Così, la verità venne a galla.
Così, scoprii chi ero davvero.
 
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Uscirà tra poco questo romanzo autoconclusivo di un'autrice che già seguo e che, anche se ancora "agli inizi" (questo è il suo terzo romanzo pubblicato) trovo che abbia molta fantasia e che continuerà a sorprendere il suo pubblico.
I primi romanzi fanno parte di una trilogia Dark (Loving The Demon e Loving The Angel) di cui manca solo il finale, eppure Nicole ci regala questo romanzo che si distacca da quella storia (e da altre simili) per raccontare altro...

La protagonista di questo romanzo è Mercy Stone, una giovane donna di ventiquattro anni, che ha una vita piuttosto noiosa ma che le piace (da come la descrive): ha un lavoro in un supermercato della zona, non il massimo ma le piace darsi da fare e rendersi un po' autonoma in famiglia; ha una migliore amica un po' pazza che la trascina a fare follie, nonostante lei si senta timida ed impacciata spesso; ed una famiglia che le vuole bene.
Eppure tutto sta per cambiare.

Durante un'uscita per festeggiare il suo ventiquattresimo compleanno, va con la migliore amica Juls in un locale, un ex magazzino trasformato in un ritrovo per giovani ed adulti, dove le due bevono e ballano, fino a fare tardi; Mercy deve lavorare il mattino dopo e quindi è quasi nel panico quando si accorge che il giorno dopo, o per meglio dire qualche ora dopo, dovrà essere in buona forma per affrontare la giornata...ed è ancora su di giri per l'alcol. Tutto cambia direzione quando vengono aggredite nel parcheggio da due ragazzi a cui avevano detto di No durante la serata, ma quando le cose stanno per mettersi male, una figura spunta dal nulla e le salva.
Mercy resta subito colpita dallo sconosciuto, per qualcosa che non riesce a spiegarsi, ma quando tenta di avvicinarsi e chiedere il nome del suo salvatore, lui se ne va dicendogli solo:
"Faresti meglio a scordarti di me Mercy Stone"
Eppure lei non gli ha mai rivelato il suo nome...

Avrà inizio un' "avventura" per la protagonista che incomincerà a farsi domande su se stessa, sentendo sempre più forte il desiderio di rivedere quello sconosciuto, cosa che mai prima, con nessuno, le era accaduta. Lentamente l'attrazione che i due provano si farà sempre più forte e pericolosa, portando Mercy ad allontanarsi dalla famiglia e dalla sua migliore amica, seguendo l'istinto e cercando di capire chi sia quell'uomo e come faccia a sapere così tanto di lei.

Una storia ricca di varie tinte, che spesso fa quasi venire voglia di entrare nel romanzo e scuotere Mercy per certe scelte che prende. Dovremo faticare per capire cosa stia succedendo, perché solo verso gli ultimi capitoli avremo finalmente una spiegazione a tutto e ci renderemo conto di aver sbagliato a giudicare tante cose che sono accadute durante il romanzo. Non tutte, perché alcune cose sono proprio sciocche, ma molte da una nuova ottica acquistano un senso opposto.

Un bel romanzo, scorrevole e piacevole, nel complesso. Come ho già detto a Nicole (si, la stresso ogni tanto) mi ero fatta diverse teorie riguardo la trama e nella prima ci ero andata vicina e molto, ma mi ha lasciato piacevolmente sorpresa la piega che hanno preso gli eventi.
In ogni caso, piacevolmente colpita dalla musica che ne ha inserito e che troviamo alla fine raccolta in una Playlist. Hotel California è solo la punta, una canzone davvero stupenda e che mi ha fatto venir voglia (leggendola citata) di riascoltarla.

Credo che questo nuovo libro avrà sicuramente un pubblico maggiore rispetto ai precedenti, per il semplice fatto che è una storia che ha una piega più romantica (anche se non manca il lato erotico) e non Dark, quindi più lettori ci si possono avvicinare e potersi perdere tra le pagine.
Io ve lo consiglio!

mercoledì 24 gennaio 2018

Oggi vi parlo di "Nikolaj", una lettura non per tutti, poiché molto forte. Inutile dire che mi sia piaciuta proprio per questo 😉 #Nikolaj #ManOfHonor #KristenKyle #erotic #erotico #mafiaromance #mafia #romance #romanzo #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Nikolaj (Man Of Honor 1), di Kristen Kyle

http://amzn.to/2Den1HU
Cliccando sulla Cover si va su Amazon

Le mie origini mi perseguitano.
Le mie mani sono sporche del sangue dei miei nemici.
Ho lottato per essere libero.
Ho combattuto per conquistare il mio posto nel mondo.
L’ambizione e il successo hanno sempre placato il mio desiderio di riscatto.
Ma non i miei incubi.
Ora finalmente sono sul punto di raggiungere tutti i miei obiettivi e dimenticare il passato. Sulla mia strada, però, c’è un ostacolo: Anthony Calabrese.
Il boss della mafia italiana mi ha fatto una proposta che non posso accettare.
La guerra è inevitabile, tuttavia non ho bisogno di un esercito.
Isabella Calabrese sarà la mia arma.
La principessa scoprirà che con i russi non si scherza.
Suo padre dovrà scegliere tra il vivere senza il suo cuore o arrendersi a me.
C’è solo un problema.
Gli occhi di Isabella mi scavano dentro, leggono la mia anima corrotta, si insinuano nella mia mente disturbata.
Riuscirò a piegarla prima che lei distrugga me?

***Attenzione***
Il romanzo contiene scene di sesso esplicite e tratta contenuti delicati.
Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.
Men of Honor è una serie di romanzi AUTOCONCLUSIVI.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Era quasi da un anno che aspettava di essere letto (compro nelle promo ed accumulo, sempre!), ma finalmente mi sono decisa a capire perchè avesse avuto (e continua ad avere) tanto successo e tanti fan seguissero quest'autrice.
Come lei stessa consiglia, non è adatto a tutti e lo si capisce fin dall'inizio...ed è già da quel momento che mi ha conquistato!
 
La storia si alterna fra i punti di vista dei protagonisti:
Nicolaj Sokolov è il capo della Mafia Russa ad Atlantic City e per accrescere il suo potere deve liberarsi dalla stretta dei nemici; o per meglio dire, dal pungo di una Famiglia che ha in mano la situazione della città, così ha deciso di rapire la figlia del capo di Cosa Nostra ovvero Isabella Calabrese, la principessa della Mafia Italiana, una donna giovane e bellissima, ma con un carattere molto forte e un'indole imprevedibile, che porteranno Nicolaj ad affibbiarle un soprannome idoneo: tigritsa.
Si, spesso sentiremo qualche frase russa, qualche parola, fare capolino nelle conversazioni, ma nessuna paura, tutto viene spiegato e rende il romanzo più interessante.
 
Rinchiusa al Falcon Casinò lei non getterà la spugna fin dal primo istante in cui Nico la metterà alla prova, ostentando il suo potere e la sua mentalità fredda, calcolatrice e...bestiale.
Isabella è cresciuta in quel mondo, nonostante il padre abbia fatto di tutto per tenerla ai margini, ma il fratello Vincent l'aveva preparata ed istruita per situazioni del genere, ed è così che inizia lo scontro fra i due. Uno scontro che spesso vede entrare in scena anche i loro istinti, perché entrambi sono attratti l'uno dall'altra, entrambi si desideravano già da prima, ma ora...tutto è cambiato.
 
Si dice che in guerra ed amore tutto è lecito, ma sarà davvero così?
Lentamente seguiremo la prigionia di Izabella, giorno dopo giorno, e il gioco mentale (e fisico) che si instaura tra i due. Lei vuole fare di tutto per tornare a casa, dalla sua famiglia, per non farli stare in pensiero. Lui vuole sistemare gli affari, chiarire le cose con Calabrese e affermarsi in quel territorio.
Sembra semplice messo così, eppure tutto si complica in fretta.  
 
Durante il romanzo scopriremo anche l'infanzia di Nikolaj, che ci porterà a capire com'è diventato l'uomo che è. Partendo dalla sua infanzia in Russia, da solo, fino al comando del Falcon.
 
E' stata una lettura interessante e piacevole, anche se alcune scene erano esasperanti (fra i due, verso la fine).
Ho apprezzato moltissimo diciamo il primo quarto del romanzo: forte, crudo, d'impatto!
Qualcosa che non avevo mai trovato e che mi è davvero piaciuta da leggere.
Una donna estremamente forte che dimostra tutto il suo carattere al suo aguzzino, che tenta di spezzarla in ogni modo.
Ma più le cose andavano avanti, più la storia si "ammorbidiva" e perdeva la presa.
Probabilmente sarò l'unica, ma pazienza...In generale resta davvero un bel romanzo, è la mia indole "dark" che pretende qualcosa di oltre, che per ora non trovo...ma sto divagando!
 
Resta una storia interessante, unica ed originale, che mi ha dato parecchie ore di lettura "leggera" in cui ho staccato da altri libri.
Un'autrice che continuerò a seguire per la sua creatività ed il suo stile.
Lo consiglio a chi è già abituato a questo genere e/o ai Dark Romance, perché ha molte scene piuttosto forti, che penso non tutti possano sopportare.
 
Questo è solo il primo di una serie, il secondo volume dedicato al fratello di Isabella, Vincent, è uscito da pochissimo. Attende sul mio Kindle insieme alla novella Isabella (la trovate gratis, ma non so se faccia spoiler! Fate attenzione), che magari entro l'anno riuscirò a leggere.
Per ora, spero di avervi incuriosito e che, se fa per voi, vi possa piacere.


martedì 23 gennaio 2018

Dimenticate i libri, qui non ne fanno parte. Ricordate il primo film? Circa vent'anni fa: Trainspotting. Bello, violento, senza regole, che spuntava in faccia alla società buttandosi addosso un frammento di realtà che non si voleva vedere. Ebbene quei protagonisti sono tornati! Rent, Sick Boy, Spud e Begbie. Sempre incasinati, sempre di corsa contro la vita...ma questa volta con conti in sospeso da pagare. . Un film per i nostalgici, per chi non ha mai dimenticato e che si chiede che fine abbiano fatto. Fateci un pensiero se il precedente vi era piaciuto e passate sul blog per saperne qualcosa in più 😉 . #T2 #Trainspotting #Trainspotting2 #DannyBoyle #IrvineWelsh #drammatico #EwanMcGregor #MarkRenton #RentBoy #JonnyLeeMiller #Simon #SickBoy #EwenBremner #DanielMurphy #Spud #RobertCarlyle #Francis #Franco #Begbie #davedere #movie #film #viaggiatricepigra


via IFTTT

T2: Trainspotting 2

Paese di produzione Regno Unito
Anno 2017
Durata 117 min
Genere drammatico
Regia Danny Boyle
Soggetto Irvine Welsh (romanzi)
Sceneggiatura John Hodge
Produttore Bernard Bellew, Danny Boyle, Christian Colson, Andrew Macdonald


Interpreti e personaggi
Ewan McGregor: Mark "Rent Boy" Renton
Jonny Lee Miller: Simon "Sick Boy" Williamson
Ewen Bremner: Daniel "Spud" Murphy
Robert Carlyle: Francis "Franco" Begbie
Kelly Macdonald: Diane Coulston
Scot Greenan: Frank Jr.
Anjela Nedyalkova: Veronika Kovach
Irvine Welsh: Mikey Forrester


Trailer


Ricordate il precedente capitolo?
Trainspotting.
Un film unico, senza filtri, scorretto, violento, che ha trasmesso sullo schermo il disagio di una generazione. Il tutto grazie allo stupendo romanzo (omonimo) di Irvine Welsh. Lo ricordate?
[Se dite ti no,
DOVETE recuperarlo]
Ecco, qui la storia continua dopo 20 anni.


Ma attenzione, se pensate ai romanzi di Irvine Welsh, state completamente sbagliando e vi prenderete una delusione assoluta. Infatti questo era uno dei motivi per cui ero contentissima della sua uscita ed allo stesso tempo la temevo: la trasposizione della storia.
Perché io adoro quei romanzi.
Sono qualcosa di totalmente fuori controllo, qualcosa che nemmeno il primo film è riuscito a mettere appieno nella trasposizione; e Porno (così si chiama il secondo capitolo, che rispetto a Trainspotting avviene una decina di anni dopo) è qualcosa di ancora più estremo, quindi era davvero improbabile ritrovarlo sul grande schermo.


Spiegatemi come fa quest'uomo! Vent'anni ed è quasi identico.
Poi uno non dovrebbe amarlo.
Eppure...eppure amo anche questa versione, questi personaggi che hanno dato un volto agli antieroi di quei libri. Rent, Sick Boy, Spud, Franco,... Personaggi che a volte vorresti prendere a sberle, eppure in qualche modo ad alcuni sei affezionato e provi anche un malato distorto affetto.
 

Sto divagando!
Era per farvi la premessa che sono due storie completamente diverse, restano i nomi e le personalità dei protagonisti. Stop!
Ci ritroviamo sempre ad Edimburgo, dove Mark torna, dopo vent'anni dalla fuga e il furto ai suoi amici, dopo la morte della madre. Le cose però non sono così cambiate riguardo i suoi compagni di disavventure. Spud continua a drogarsi, cosa che lo tiene lontano da Gail (sua ex compagna) e dal figlio Fergus. Cerca in tutti i modi di disintossicarsi, ma non ci riesce.
Sick Boy ha ereditato un pub da una zia, ma continua a fare soldi in modi illeciti: oltre alla coltivazione e vendita di marjuana, sfrutta la sua ragazza Veronika per andare a letto con ricchi uomini sposati per ricattarli. L'ultimo della "banda" è Begbie, in carcere per scontare una pena di 25 anni, scappa di galera per tornare alla sua vita e dalla sua famiglia. Sempre pazzo e malato di violenza.


 Mark ritroverà prima Spud e poi andrà da Sick Boy, che non ha dimenticato il tradimento dell'amico e vuole fargliela pagare a tutti i costi, prima tenendolo buono mentre escogita qualcosa. Tra cui mettere Begbie sulle tracce di Mark, visto che è stato lui a mandarlo in galera.



La cosa strana è che la loro amicizia è sempre stata disfunzionale e la ritroviamo quasi allo stesso punto. Si vogliono bene e si odiano allo stesso tempo. Sick Boy è lo stesso stronzo opportunista di vent'anni prima (e di ancora prima, perché la loro amicizia è nata da ragazzini), eppure continuano a supportarsi, creare caos, tirarsi fuori a vicenda,... Insomma: un casino!






In ogni caso, non voglio rivelarvi troppo della trama perché merita di essere scoperta e guardata.
Non aspettatevi chissà quale capolavoro!
E' ben fatto, diverte, da qualche momento di nostalgia, regala qualche bella oretta a guardarlo, ma (purtroppo) non regge molto il paragone con il precedente.

E' bello vederli tornare.
Rivederli sullo schermo.
Come ritrovare vecchi amici, cambiati, ma sempre gli stessi, dopotutto.
Pensavo ad una delusione tremenda, invece mi è piaciuto abbastanza. E' godibile.
Se avete visto il primo e vi era piaciuto, buttatevi!
Ma, come dicevo, se avete letto i libri non aspettatevi nulla del genere.

Vi lascio con il nuovo monologo di Rent, sempre tagliente, ma adatto ai nostri tempi:

Scegli biancheria intima firmata,
nella vana speranza di dare una botta di linfa vitale a una relazione defunta.
Scegli le borse, scegli le scarpe con i tacchi, cachemire e la seta,
così sentirai quello che spacciano per felicità.
Scegli un iPhone fatto in Cina da una donna che si è buttata dalla finestra,
e mettilo nella tasca della giacca, fresca di una fabbrica di schiavi del sud-est asiatico.
Scegli Facebook, Twitter, Snapchat, Instagram
e mille altri modi per vomitare la tua bile contro persona mai incontrate.
Scegli di aggiornare il tuo profilo,
di al mondo cos’hai mangiato a colazione
e spera che a qualcuno da qualche parte freghi qualcosa.
Scegli di cercare vecchie fiamme,
augurandoti caldamente di non essere inguardabile come loro.
Scegli di scrivere un live blog dalla prima sega fino all’ultimo respiro,
l’interazione umana ridotta a niente più che dati.
Scegli 10 cose sconosciute sulle celebrità che hanno fatto la plastica.
Scegli di strepitare sull’aborto, scegli battute sullo stupro,
di sputtanare, il porno per vendetta e un’ondata infinita di deprimente misoginia.
Scegli che l’11 settembre non è mai successo e semmai che sono stati gli ebrei,
scegli un contratto a 0 ore, un viaggio casa lavoro di 2 ore,
e scegli lo stesso per i tuoi figli ma peggio,
e magari di a te stesso che era meglio se non nascevano.
E poi sdraiati, e soffoca il dolore
con una dose sconosciuta di una droga sconosciuta fatta in una qualche fottuta cucina.
Scegli le speranze non realizzate, desiderando di aver agito diversamente.
Scegli di non imparare mai dai tuoi errori.
Scegli di osservare la storia che si ripete.
Scegli di riconciliarti lentamente con quello che puoi ottenere,
invece di quello che hai sempre sperato.
Accontentati di avere meno e fai buon viso a cattiva sorte.
Scegli la delusione, scegli di perdere le persone care
e quando spariscono dalla vista un pezzo di te muore con loro,
finché non vedrai che un giorno, nel futuro,
una per volta saranno sparite tutte e di te non rimarrà niente né di vivo né di morto.
Scegli il futuro.
Scegli la vita!

lunedì 22 gennaio 2018

Oggi niente libri, vi parlo di un film che mi è piaciuto molto: Seven Sisters. Si muove in un mondo distopico, che ha rischiato il disastro due volte, ricorrendo a misure "estreme" per riuscire a far sopravvivere la popolazione. L'ultima legge è quella del "Figlio Unico", che permette solo al primo nato di continuare la sua vita, mentre i fratelli/sorelle sono costretti ad un ibernazione, in attesa di tempi migliori in cui poter tornare alla vita. In questo mondo un uomo perde la figlia dopo un parto di sette bambine, che decide di tenere e di nasconderle alle autorità, il tutto riesce fino a quando avranno 30anni, poi le cose si complicano..... Sul blog ve ne parlo meglio, senza spoiler tranquilli! 😉 #SevenSisters #WhatHappenedToMonday #KarenSettman #avventura #azione #drammatico #fantascienza #giallo #thriller #distopico #NoomiRapace #WillemDafoe #GlennClose #film #movie #davedere #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Seven Sisters





Titolo originale What Happened to Monday
Paese di produzione Regno Unito, Francia, Belgio
Anno 2017
Durata 123 min
Genere avventura, azione, drammatico, fantascienza, giallo, thriller
Regia Tommy Wirkola
Sceneggiatura Max Botkin, Kerry Williamson







Interpreti e personaggi
Noomi Rapace: sorelle Settman
Clara Read: sorelle Settman bambine
Willem Dafoe: Terrence Settman
Glenn Close: Nicolette Cayman
Marwan Kenzari: Adrian Knowles
Pål Sverre Hagen: Jerry
Christian Rubeck: Joe
Tomiwa Edun: Eddie
Robert Wagner: Charles Benning
Vegar Hoel: capo squadra SWAT


Trama
Nel futuro la popolazione è aumentata a dismisura per un abnorme aumento di parti gemellari, sopraggiunto a causa dei fertilizzanti usati per scongiurare la fame nel mondo; le autorità instaurano allora la legge del figlio unico: tutti i neonati che nascono dopo il primogenito vengono prelevati da un organo preposto, chiamato Bureau, e messi in criosonno, in attesa di una soluzione al problema della sovrappopolazione. In questo contesto nascono sette sorelle che, alla morte dei genitori, vengono nascoste dal nonno Terence alle autorità e chiamate come i giorni della settimana.
Egli si prende cura di loro istruendole e facendone sbocciare i talenti, permettendo loro di uscire una alla volta nel giorno della settimana che corrisponde al nome di ciascuna prima per frequentare la scuola, poi per lavorare. Arrivate a trent'anni, quando tutto sembra andare per il meglio, Lunedì scompare. Le sorelle dovranno trovarla prima che lo facciano le autorità e le congelino tutte, ma verranno a conoscenza di segreti che non potevano immaginare.
(da Wikipedia)

Trailer


Ero incuriosita da questo film e più ne sentivo parlare (ed anche bene) più diventavo curiosa ed avevo voglia di vederlo.
Non mi ha deluso!

La storia è piuttosto semplice: in un futuro (distopico) il mondo ha esaurito la scorte alimentari, per rimediare a ciò gli scienziati hanno potenziato le coltivazioni, ma questo "mutamento" ha causato una nascita decisamente esagerata. Ogni donna, infatti, partoriva più di due gemelli per volta, e questo avrebbe riportato il mondo sull'orlo della distruzione.
La dottoressa Cayman crea così il programma "Figlio Unico", ovvero solo il primo nato può vivere tranquillamente, gli altri vengono ibernati ed attendono un futuro migliore in cui poter riprendere la loro vita.

In questo mondo Terrence Settman si trova a perdere la figlia per un parto di sette gemelle, avvenuto in una struttura sicura che gli permette di poter tenere le bambine, ma deve trovare un sistema per non farsi scoprire. Ed ha subito un'intuizione: le bambine sono sette, come i giorni della settimana, così ad ognuna da il nome di un giorno.
Le istruisce a casa fino ad una certa età, in cui possano capire a cosa vanno incontro, spiegandole che potranno uscire solo durante il giorno della settimana che porta il loro nome. Dovranno vivere una vita unica, quella di Karen Settman.

In ordine da sx a dx:
Gioverì, Martedì, Domenica, Lunedì, Sabato, Venerdì
Vedremo il film tra passato e presente, vedendo cosa ha dovuto fare Terrence per tenerle al sicuro, e ritrovandole adulte, con ognuna la sua personalità ed il suo stile, che deve tenere segreto, per il bene di tutte. Poche regole che hanno permesso a tutte di sopravvivere, ma è davvero una vita degna di essere vissuta?
Eppure tutto crolla quando Lunedì non torna a casa (appunto il titolo in inglese "What Happened to Monday", ovvero "Cosa è accaduto a Lunedì"), scomparendo da qualunque radar.
Dovranno cercarla e trovarla prima delle autorità, per evitare di essere separate, ma capiranno presto che qualcuno ormai SA di loro e le loro vite saranno in pericolo.

Un thriller dinamico, in un mondo distopico (simile al nostro, ma diverso per certi punti).
Una storia che ti trascina fra continui colpi di scena e ti tiene incollato allo schermo, fino ad un finale piuttosto imprevedibile (anche se ci si può immaginare qualcosa, ma non proprio tutto); si resta con dubbi fino alla fine della storia.
Davvero ben fatto, regala qualche ora di stacco in modo intelligente ed adrenalinico.
Fateci un pensiero!

venerdì 19 gennaio 2018

Nikolaj, di Kristen Kyle #Nikolaj #ManOfHonor #KristenKyle #erotic #erotico #mafiaromance #mafia #romance #romanzo #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Stasera inizia la seconda stagione di "American Crime Story", che riguarda Versace. La prima stagione mi era piaciuta davvero molto, spero che anche questa sia all'altezza. #AmericanCrimeStory #AmericanCrimeStoryVersace #TheAssassinationOfGianniVersace #LAssassinioDiGianniVersace #GianniVersace #Versace #storiavera #serietv #serie #fox #viaggiatricepigra


via IFTTT

American Crime Story: L'Assassino Di Gianni Versace

 
Dopo l'enorme successo della prima stagione, che riproponeva al pubblico il processo ad OJ Simpson ("The People v. O. J. Simpson"), questa serie interessante ritorna portandoci a vedere e conoscere la scomparsa di un uomo molto importante nel mondo della moda: Gianni Versace.
Già durante quella prima stagione c'erano diversi nomi famosi che componevano il cast (Cuba Gooding, Jr., Sarah Paulson, John Travolta, Bruce Greenwood, Nathan Lane, David Schwimmer, Courtney B. Vance);
E con questa si replica alla grande, con Darren Criss (Andrew Cunanan, il pluriomicida), Penélope Cruz (Donatella Versace), Ricky Martin (Antonio D'Amico, il compagno dello stilista) e Édgar Ramirez (Gianni Versace). Riguardo la trama, possiamo immaginare come andrà dai fatti di cronaca: Gianni Versace è stato ucciso nel 1997 sui gradini della sua villa di Miami Beach, ed a sparargli Andrew Cunanan, ossessionato da lui.
Ad ispirare la creazione della serie è stato il saggio Vulgar Favors: Andrew Cunanan, Gianni Versace, and the Largest Failed Manhunt in U. S. History, scritto dal giornalista Maureen Orth; anche se ci si concentrerà sulla figura di Cunanan.



Per ora sappiamo che saranno 9 episodi, quasi in contemporanea con gli Stati Uniti. Infatti stasera andrà in onda la prima puntata, mentre negli USA è stata trasmessa la sera del 17.

Date e Titoli
19 gennaio 2018
  The Man Who Would Be Vogue  (L'uomo da copertina)
26 gennaio 2018
  Manhunt
02 febbraio 2018
  A Random Killing
09 febbraio 2018
  House by the Lake
16 febbraio 2018
  Don't Ask Don't Tell
02 marzo 2018
  Descent
09 marzo 2018
  Ascent
16 marzo 2018
  Creator/Destroyer
23 marzo 2018
  Alone

Dopo il bombardamento mediatico che è stato fatto su Fox sono contenta che la data sia finalmente arrivata e spero che questa seconda stagione sia all'altezza della precedente.
Riguardo le prossime, probabilmente la terza sarà sull'Uragano Katrina e la quarta forse riguarderà lo scandalo Clinton.  
 
Intanto, Buona Visione!
Vi lascio il trailer, se non lo avete mai visto:

giovedì 18 gennaio 2018

Oggi (sul blog) vi parlo di questo secondo capitolo della trilogia Contro Natura: La Caccia. Torna Leslie, fra fughe e scoperte, con un finale che lascia il lettore a bocca aperta, in attesa del terzo capitolo. #LaCaccia #ControNatura #MirkaAndolfo #paninicomics #fumetto #fumetto #graphicnovel #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Contro Natura: La Caccia, di Mirka Andolfo

http://amzn.to/2AShQv7
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
La vita di Leslie è andata in pezzi. Dentro di lei si è risvegliato il potere primordiale di un maligno dio-lupo e ora Leslie è in fuga, braccata da una misteriosa organizzazione che vuole impossessarsi di lei per i suoi oscuri scopi. Sola, disperata e in costante pericolo, Leslie dovrà mettersi in viaggio e trovare, dentro di sé, la forza di opporsi a un destino che sembra segnato.
 
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Ho aspettato questo fumetto (perché mi sembra sempre un termine riduttivo?!) per tantissimo tempo e, finalmente, è arrivato.
Inutile dire che l'ho aperto e me lo sono mangiato dalla prima all'ultima riga, ed ora sono già in astinenza per il terzo capitolo. Brutta cosa la dipendenza da certe storie!

Ma veniamo a noi e alla storia:
avevamo lasciato la nostra "porcellina" Leslie completamente sola, dopo la morte dei suoi migliori amici; "rapita" da un lupo bianco, Khal, che le ricorda molto quello che infesta i suoi sogni. Ma lui è buono, la porta in un rifugio dove potrà essere al sicuro e le verranno spiegate come stanno le cose.
Lì scoprirà anche il passato di Khal, perché anche lui ha delle doti particolari ed è perseguitato (a modo suo) da quel demone. Verrà portata a conoscere Carol, un personaggio misterioso e che dovremo ancora conoscere bene, ma da quello che si intuisce si è battuta molto per salvare Khal e gli altri membri della loro squadra, dai cattivi che non hanno mai smesso di cercare Leslie.
Anzi, è in atto una caccia su tutti i fronti per ritrovarla e catturarla, mettendo in mezzo anche la (dis)informazione che stravolge gli eventi e la morte dei suoi amici più cari.
Carol le rivela alcuni tasselli che le mancano, ma per completare il tutto devono tornare a Tijoux, un villaggio sperduto nel quale è nato Khal, e dove ha avuto inizio tutto anche per Leslie, per via de L'Albino e della sua ultima sposa, Bes.
Ma lui non vuole arrendersi, rivuole a tutti i costi la sua sposa e non è disposto a perderla, prendendo il controllo della ragazza in certe situazioni per preservarla e poterla spingere a tornare da lui
Ci saranno molte lotte, fughe, rivelazioni, mentre la storia prosegue...ed un finale che vi lascerà a bocca aperta.

Come sempre alla base di tutto ci sono le discriminazioni, che rendono la vita di questi protagonisti un inferno senza alcun motivo logico. Sia le discriminazioni riguardo l'aspetto o certe caratteristiche, sia quelle in campo "amoroso", diciamo, infatti (come già ben spiegato nel precedente volume) i rapporti con altre specie o dello stesso sesso sono Contro Natura e devono essere debellate a tutti i costi. Cosa folle e, come capiremo, che è stata introdotta solo di "recente" (con fanatici al comando...strano eh?).
Con un alone di mistero e sovrannaturale, Leslie ci porta con se in una storia particolare, a tratti triste ma bella.
Incrocio le dita per poter leggere presto il prossimo volume!

mercoledì 17 gennaio 2018

Ho iniziato a leggere "Nikolaj", di Kristen Kyle. Per ora mi piace, molto forte e decisamente non per tutti 😎 #Nikolaj #ManOfHonor #KristenKyle #erotic #erotico #mafiaromance #mafia #romance #romanzo #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Sono riuscita a mettere insieme delle parole (forse troppe😅) per parlarvi di questa bella Graphic Novel 😊 Aspettando la seconda parte dell'opera, passate a dare un'occhiata sul blog 😉 #Zerocalcare #MaceriePrime #baopublishing #fumetto #graphicnovel #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #book #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Macerie Prime, di Zerocalcare

http://amzn.to/2AQzsYw
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Secco fa l'insegnante. Cinghiale si sposa. Le cose cambiano, velocemente. Nel suo libro più corale a oggi, Zerocalcare racconta la difficoltà di crescere, di scoprire il proprio ruolo nella società, di non perdere i legami che contano. "Macerie prime" ha un cast che attinge a tutti i libri precedenti dell'autore di Rebibbia, ne aggiunge di nuovi, e calibra con cura la distanza tra di loro, in una storia densa di simbolismi. "Macerie prime" è una storia su cosa ci rende umani. Sulle cose che, per quanto siano messe a dura prova dalla vita, dobbiamo proteggere a ogni costo. Un libro in cui un cast allargato rispetto al tipico narrare di Zerocalcare si confronta che le fragili realtà che, appena qualche anno prima, erano i loro sogni per il futuro. È una storia che è stata pensata per essere letta in due atti, e per questo non sarà mai pubblicata in volume unico.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Perché sto adorando Zerocalcare ma non riesco a parlarvene?!
Giuro, ogni volta che compro qualcosa di suo lo divoro e, anche se magari non subito colgo tutto, piano piano si fanno strada tante piccole cosettine che mi fanno apprezzare sempre di più i suoi lavori. Ma il mio ostacolo: come diamine ne parlo a voi?
Quando ci penso mi si azzera ogni neurone e produco un suono quasi zen "Ehmmmmmm".
Perché la bravura di Zerocalcare è parlare di cose intelligenti e che fanno riflettere in modo divertente ed alla portata di tutti, soprattutto chi non si è mai sentito proprio a suo agio con il mondo esterno riesce ad immedesimarsi in molte scenette, pensando "Ca**o, allora non sono proprio così solo/disperato/alieno/..." (le parolacce sono mie, sono molto 'fine', ma sullo scritto mi censuro).

Anche in questo nuovo "frammento" (si, non storia, perché sono spaccati di realtà quotidiana, qualcosa che non può esser banalmente descritta come "storia") ci troviamo a che fare con problemi che, chi si avvicina ai 30 o li supera, si trova ad affrontare sempre più spesso.
Lavoro, Amore,...e la Crescita.

In pratica sono diventato bravissimo a sbagliare da solo.
Lo posso insegnà ai Master.
Però ogni tanto mi serve ancora chiedere agli altri.
Forse perché c'ho paura che sennò senza accorgermene divento proprio un'altra cosa.
Troppo lontana da come mi sembrava giusto essere.

Il tutto inizia con Calcare che sta andando al matrimonio del suo amico Cinghiale (se già lo seguite sapete che nomi e a volte i disegni sono frutto di fantasia per distorcere la realtà e lasciare mistero intorno a certe figure) e durante il viaggio lo vediamo contattato continuamente da gente per vari motivi per chiedergli aiuto. Una cosa che risveglia la coscienza, o per meglio dire Il Tribunale Della Santa Inquisizione Degli Affari Interni alla Coscienza, che lo obbliga a dire sempre di SI, nonostante abbia tre paletti indelebili e anche che ciò gli provochi leggeri fastidi (vedi foto appena sopra).



Una volta arrivato si pone, come tanti, domande sul matrimonio. Perché pubblicizzarlo così tanto, insomma: fare qualcosa di semplice e modesto, no?! Ovviamente tanta ironia, perché chiunque è sempre contento di partecipare alle gioie degli amici.
E questo porta ad altre riflessioni (una esilarante, ma non ve la dico ne ve la mostro), tra cui le solite domande a cui parenti (molesti) torturano chiunque per anni ed anni ed anni, che ormai ti si infilano nel cervello e non se ne escono più, anche se le ripetono. Ad. Ogni. Singola. Occasione.
Ma andiamo avanti.



Perché è l'occasione per rivedere gli amici storici, quelli che non si vedevano da tempo e di cui si sente la mancanza...





...anche se come i licaoni (o qualche animale simile) viene allontanato dal "branco" perché devono riabituarsi alla sua presenza. Ma in tutto questo si percepisce comunque amicizia vera, qualcosa che va oltre certe manifestazioni tutta apparenza. Sono fantastici nel parlare senza filtri, anche perché dovrebbe esser così: chi ti è amico davvero non ha paura di parlare in sincerità .
Ho adorato questa tavola (a sinistra).
Banale forse, semplice, ma bella.

"Vabbè, non è cambiato niente.
Ma poi che doveva cambià?
Noi questo siamo"



Calcare intanto ci fa una panoramica del gruppo, per chi (come me) ancora non ha recuperato tutti i precedenti volumi e non conosce i suoi amici. Dopodiché arriva la richiesta: "Stiamo partecipando ad un bando, Calcà. Ci serve la tua disponibilità". Nonostante le perplessità e i vari tentativi di tirarsi fuori, viene messo alle strette da una semplice frase, detta da una ragazza non proprio del loro gruppo.
"Anche loro si saranno presi cura di te, no?"
Ed è fragato!


La sera, parlando con Cinghiale scopre che presto avrà pure un figlio, e questo presenta uno dei vari demoni che incontreremo durante la lettura:
Arnath, il demone dell'irreversibile.
E questo apre un'altra parentesi seria, ovvero avere dei figli. Una grande responsabilità che (secondo tanti) ti fa diventare adulto.
Se ne parlerà anche più avanti quando Natja ammette di pensare al suo futuro e di desiderare un bambino, oltre che la sua relazione cresca finalmente.


E dopo quella piccola parentesi, Calcare si prende un momento per bloccare il tutto e chiarire le sue idee, visto che basta pochissimo per travisare il tutto e trasformare un banale "Natja vuole un figlio" ad un sotto testo del tutto inventato.

Giuro, sono scoppiata a ridere quando ho visto questo pezzo: Geniale!!!
Comunque, c'è il matrimonio e dopo si danno tutti appuntamento da Calcare per creare questo Bando, ma questa occasione darà voce ad altri problemi, come appunto già dicevo Nadja che vuole crescere nella relazione con Deprecabile ed avere (magari) pure un figlio; il lavoro, in quanto Secco è diventato insegnante, mentre Sarah, che lo desiderava fin da quando era piccola, è impantanata in un lavoro orribile e non riesce ad uscirne.

Questo porta all'uscita di un altro demone: Rosikoth, il demone dell'ingiustizia percepita. 
Credo che tutti prima o poi lo abbiamo conosciuto.




 

   A cui poi seguirà anche l'Haccollo, il demone dello spolpamento.
Ovvero, quando non si sa dire di no e si rimane intrappolati tra troppe cose da fare, che ti restano attaccate fino a portarsi via pezzettini di te.



Come, dove, quando,...appaiono e cosa fanno dovrete scoprirlo leggendo però.



Ovviamente il tutto va avanti, si sviluppa molto meglio, queste sono solo alcune tematiche, dei frammenti del lavoro di Zerocalcare sparsi per cercare di incuriosirvi; offre molti spunti per pensare, perché crescere sembra sempre facile visto da fuori, ma quando ti ci trovi in mezzo, a certe età, ti senti intrappolato da certe convenzioni sociali e da ciò che "dovresti fare", da certe mosse che tutti si aspettano che tu faccia; e puoi essere forte quanto vuoi, ma senza qualcuno accanto è difficile resistere. Eppure, anche certi legami devono passare delle prove, per crescere o, nei casi peggiori, per aver superato anche quelli.

Una lettura divertente, ironica, che fa riflettere, che fa ridere, che regala un oretta ( o più, dipende se diete divoratori) di stacco dal mondo, prima di doverci ritornare, con qualcosa in più che ti ronzerà nella mente per un bel po' di tempo.
Ovviamente consigliatissimo!
Anche se non avete letto i precedenti, lo potrete apprezzare. L'unico effetto collaterale è che potrebbe piacervi tanto da dover poi comprare ciò che ha già pubblicato per leggere tutto quello scritto/disegnato da Zerocalcare.

Wow!
Sono riuscita a parlarne (ed anche troppo forse).
Ma...ora devo aspettare fino a Maggio per il seguito.
Ok che, rispetto a tanti altri, l'ho letto solo ora e aspetto meno, eppure voglio sapere come va avanti la storia e capire come il tutto si collega, perché ci sono tanti vuoti e tante domande irrisolte.
Maggio arriva presto!!!



Riguardo le foto messe, alcune sono state fatte da me, altre sono prese online.
Spero di non aver infranto qualche copyright i simili, perché non era assolutamente mia intenzione.
Preferivo chiarirlo.

martedì 16 gennaio 2018

Parlarvene ma senza dire niente è davvero arduo! Eh si, voglio incuriosirvi per farvela vedere, ma va guardata senza sapere praticamente nulla, o tutto il mistero che aleggia intorno alla storia si perde. #TheOA #Netflix @netflixit #serietv #serie #davedere #fantascienza #fantasy #thriller #mistero #viaggiatricepigra


via IFTTT

The OA


Titolo originale The OA
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2016 – in produzione
Formato serie TV
Genere drammatico, fantascienza, fantasy
Stagioni 1 (per ora)
Seconda stagione dal 2018
Episodi 8 (per ora)
Durata 30-60 min (episodio)
Lingua originale inglese russo
Distributore Netflix

Ideatore Brit Marling, Zal Batmanglij
Regia Zal Batmanglij

Interpreti e personaggi
Brit Marling: Prairie Johnson
Emory Cohen: Homer Roberts
Scott Wilson: Abel Johnson
Phyllis Smith: Elizabeth "Betty" Broderick-Allen
Alice Krige: Nancy Johnson
Patrick Gibson: Steve Winchell
Brendan Meyer: Jesse
Brandon Perea: Alfonso "French" Sosa
Ian Alexander: Michelle "Buck" Vu
Jason Isaacs: Dr. Hunter Aloysius "Hap" Percy

Trama
Dramma dai toni mistery sulle vicende di Praire Johnson, una ragazza non vedente scomparsa per un lungo periodo che ritorna nella comunità dov'è cresciuta dopo aver riacquistato la vista. Per alcuni il suo ritorno ha un che di miracoloso, per altri invece cela un pericolo...


Come fare a parlarvene senza "parlarne"
per preservarne la magia che la rende così unica?
Mi sono scervellata parecchio su questo punto in particolare.
Ed alla fin fine mi sono detta l'unica cosa che mi ripeto spesso quando mi blocco: scrivi e basta, al massimo l'aggiusti dopo.
Quindi via...

Era nella mia wish da parecchio tempo e, dopo l'ennesimo consiglio (visto che adoro le serie "strane" e avevo appena finito Dark), mi sono buttata. Ammetto che ho faticato particolarmente nei primi episodi nel guardarla, perché ha un ritmo molto lento e ciò cozza un po' con i miei gusti (di solito una serie o mi prende totalmente oppure, spesso, l'abbandono per stanchezza).
Eppure...mi ha conquistato!
 
La storia inizia con una ragazza, Prairie Johnson, che da sette anni era scomparsa nel nulla, riapparendo come per magia, totalmente chiusa a riccio e non volendo parlare di se. La notizia arriva fino ai suoi genitori, che mai avevano perso le speranze di rivederla, e che corrono subito da lei restando stupefatti: Prairie era cieca quando scomparve ed ora ci
vede di nuovo.

Tornata a casa, viene tempestata dai giornalisti e dalla polizia per scoprire dove sia stata e come abbia riconquistato la vista, ma lei non vuole parlarne con nessuno. Eppure, cercherà aiuto per riuscire a risolvere il suo problema (che scopriremo andando avanti) mandando un messaggio online e trovando cinque persone disposte ad ascoltare la sua storia.
Avrà inizio così il loro, ed il nostro viaggio, nella vita di Prairie dall'infanzia fino al suo ritrovamento, aggiungendo tasselli su tasselli che ci porteranno a capire cosa sia successo in tutti quegli anni e cosa l'abbia cambiata così tanto.

Una trama estremamente complessa e ricca di mistero, che più volte confonde lo spettatore con colpi di scena imprevedibili. Una storia interessante, con attori stupendi che riescono a rendere sullo schermo tutto questo con maestria e portarti ad incollarti allo schermo quando arriva il momento (e arriva!) in cui DEVI scoprire come andrà a finire la vicenda.

Molto molto bella e non vedo l'ora che esca la seconda stagione (l'anno prossimo, se andrà bene) perché sono curiosissima  di capire cosa hanno in serbo per noi.
A voi, se non l'avete ancora vista e vi mette curiosità, consiglio di prendervi tempo e di arrivare fino alla fine senza mollare prima. Merita!