lunedì 16 aprile 2018

Opinione: La Quinta Sally, di Daniel Keyes

https://amzn.to/2H0cRg1
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Sally Porter apre gli occhi in un letto d'ospedale. Non ha nessun ricordo della sera precedente, né di come sia finita lì. Di una cosa però è certa: non è possibile che abbia tentato il suicidio, come le hanno riferito i medici, né che abbia quasi ucciso i due uomini che l'hanno salvata, per poi cercare di violentarla. Eppure i medici non mentono, ed è così che Sally scopre di soffrire di un grave disturbo dissociativo dell'identità. Infatti era Nola, l'artista che possiede uno studio al Greenwich Village, che voleva morire, ed è stata Jinx, la violenta assassina, a difendersi dagli aggressori. Tuttavia in Sally albergano altre due personalità, che prendono di volta in volta il sopravvento e la spingono a comportarsi in maniera bizzarra: Derry, la cameriera gentile e affabile con tutti, e Bella, la seduttrice. Sconvolta da quella rivelazione, Sally chiede aiuto al dottor Roger Ash, un esperto di personalità multipla. Per il dottor Ash, l'unica soluzione è fondere le diverse personalità per dare vita alla «quinta Sally», una Sally fnalmente unita e completa. Si tratta di un procedimento complesso e doloroso, in cui Sally dovrà rivivere i traumi che hanno causato la scissione e accettarli come parte integrante del suo passato. Ma non sarà facile nemmeno per Roger Ash, perché le ombre nascoste nel labirinto della psiche di quella donna così tormentata ed enigmatica lo costringeranno ad affrontare anche i suoi demoni...

.° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Mi sono lasciata prendere dalle sensazioni, per quanto riguarda la prima impressione a questo romanzo, che mi hanno spinta alla curiosità di leggerlo.
Adoro tutto quello che riguarda la psiche umana e questo genere romanzi psicologici, quindi non potevo farmelo scappare.
Il blocco del lettore si è fatto da parte e in due giorni l'ho chiuso con enorme soddisfazione e un vuoto nel cuore: davvero un bel romanzo, intelligente e coinvolgente, che conquista il lettore.

Prima di iniziare vorrei fare una piccola premessa, di cui mi sono accorta solo aprendo il libro.
E' stato pubblicato da noi da pochissimo, fine febbraio, mentre questo romanzo in realtà ha ben 38 anni di vita. Eh si, è stato pubblicato nel 1980, ma li porta davvero bene perché anche senza saperlo mi sarei potuta godere appieno tutto ciò che viene narrato, senza sentire la differenza temporale. Credo sia fra quei libri che restano "immortali" (o quasi).
Un peccato che sia arrivato in Italia da così poco, ma mi rallegro che lo abbia fatto perché merita moltissimo di esser scoperto e di invitare molti lettori a perdersi fra le sue pagine.

La protagonista della storia è Sally, ma non sarà proprio e sempre lei la voce narrante, perché questa giovane donna ha un problema di cui non si è ancora resa conto: dentro di lei la sua mente si è scissa in altre quattro personalità che, a turno, saltano fuori prendendo il controllo del suo corpo.
Per lei sono solo blackout senza senso, ma ormai la situazione è arrivata ad essere insostenibile poiché ha già tentato il suicidio (senza ricordarsene) più volte e dopo l'ultimo risveglio in un ospedale, chiede aiuto per riuscire a guarire e capire cosa le stia accadendo.
Verrà presa in cura da Robert Ash che, lentamente, cercherà di farle accettare questa malattia e di capire come curarla al meglio, trovando come soluzione meno dolorosa (anche per le altre personalità che, ovviamente, non vogliono scomparire) quella di fondere tutte con Sally, per unire questi frammenti e creare, appunto, una "Quinta Sally", più forte e con le caratteristiche di ognuna di loro, come già avrebbe dovuto essere.

Per la maggior parte del romanzo la narratrice sarà Derry, la personalità "cardine" fra tutte, che permette alle altre di restare aggiornate sulla vita di Sally (tranne la stessa Sally, che non vuole sapere nulla di tutto questo) facendo da tramite, essendo l'unica sempre sveglia.
Conosceremo lei, la più dolce ma anche tenace fra le cinque; incontreremo Nora, la cervellona con doti artistiche e con la voglia di farla finita; ci stupirà Bella, la star che vuole stare al centro dell'attenzione e sedurre il suo pubblico; e per ultima Jinx, la più pericolosa, un concentrato di odio che lascia sulla sua strada solo violenza.
Ognuna nata in un momento particolare nella giovane vita di Sally in cui aveva bisogno di qualcosa che dentro di lei si è creato ma rompendola in tanti frammenti.

Sarà un lavoro lungo e difficile, perché Sally non vuole essere pazza e rifiuta questa teoria, ma sa che qualcosa non va e che se non fa nulla, le cose peggioreranno.
Dovrà scontrarsi più volte con la verità dei fatti prima di iniziare ad accettare questa cosa come "reale" e procedere verso la guarigione.

Un romanzo davvero davvero bello!
Scorrevole ed interessante, riesce a rendere questo tema alla portata di tutti e di metterci nei panni della protagonista, facendoci spesso agitare per lei, in certe situazioni.
Capiremo lentamente cosa ha dato vita a queste personalità e cosa le fa uscire allo scoperto, andando avanti fino alla fine restando senza fiato e col cuore pesante, quando chiuderemo il libro.

Sicuramente leggerò altro di Keyes, ha uno stile molto sciolto e per nulla pesante di scrivere, che fa vivere dentro le sue storie con empatia e trascinandoti dentro.
Un romanzo inventato, ma creato da studi su questa patologia.
Ve lo consiglio tantissimo!

Nessun commento:

Posta un commento