giovedì 3 maggio 2018

Review Party: Il Tatuatore, di Alison Belsham



https://amzn.to/2HxRgjg
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Originale come Stieg Larsson
Da brividi come Jo Nesbø
Un grande thriller

Brighton. L’ispettore Francis Sullivan, giovane e ambizioso, è stato appena promosso, e questo è il suo primo caso importante. Marni Mullins, una tatuatrice di Brighton, ha trovato un corpo orribilmente scuoiato. Dalle prime indagini sul cadavere risulta chiaro che non si tratta di un omicidio isolato ma dell’opera di un serial killer. Il modus operandi e la firma sono agghiaccianti: mentre la vittima era ancora in vita, l’assassino ha rimosso intere porzioni di pelle, presumibilmente tatuate. Questa pista porta Sullivan a credere che una come Marni, che conosce il mondo dei tatuaggi come le sue tasche, sia l’unica persona in grado di aiutarlo. Ma lei ha tante ragioni per non fidarsi della polizia. E quando riuscirà a identificare il prossimo bersaglio del killer, lo dirà a Sullivan o si metterà da sola alla ricerca del “Ladro di Tatuaggi”?



Tempo fa mentre scorrevo le prossime uscite, ho notato questo libro: già dal titolo e la copertina ne ero colpita; leggendo la trama mi ha conquistato e l'ho subito segnato nella mia wish futura.
Sono poi stata fortunata ad esser stata scelta, insieme ad altri blogger che si erano proposti (trovate tutti i nomi nella prima immagine) per leggerlo e potervene parlare in anteprima.
L'ho divorato in due giorni.
Fra il mondo dei tatuaggi, un killer spietato e indagini sempre più serrate, non poteva non piacermi.

La narrazione si divide principalmente fra tre personaggi: uno è il killer, la mente malata che compie questi omicidi anche se non è il suo intento principale; infatti, come capiranno, quello è secondario, poiché all'assassino interessano sezioni di pelle dove le vittime avevano particolari tatuaggi.
Vedremo attraverso i suoi occhi e ci parlerà un po' della sua vita, mescolando il presente con il passato, facendoci capire cosa l'ha portato fino a quel punto.
Altra voce è quella del giovane ispettore Francis Sullivan, che si vede aumentare di grado (cosa guadagnata con merito, ma malvista dai suoi colleghi che tenteranno anche di sabotarlo) e che subito viene travolto da questo caso, complesso e insidioso, poiché gli indizi sono pochissimi e fra le vittime nessuna apparente connessione. Un'ardua prova per un novellino al comando.
Ultima protagonista è Marni, una donna matura, madre, ex moglie di un altro tatuatore della zona e lei stessa una tatuatrice molto in gamba; personaggio che ho adorato fin dalle prime righe e che, andando avanti, rivela sempre di più di se, portando ad affezionarci a lei.
Sarà lei a vedere il collegamento fra le vittime e fare ipotesi che porteranno Frank nel mondo dei tatuaggi. Eppure Marni non sopporta la polizia, a causa del suo passato e di qualcosa che cerca di nascondere, anche a se stessa, per poter andare avanti nella sua vita. Qualcosa che tornerà a galla a tormentarla e che noi scopriremo solo andando avanti a leggere.

Una thriller interessante, con un cattivo insidioso, intelligente e sociopatico. Infatti attraverso i suoi occhi vedremo quanto sia importante il suo lavoro e come poco valgano le vite che collateralmente elimina. Pieno di colpi di scena, mano a mano che si avvicina la fine e le prove vengono a galla, portando finalmente una pista agli investigatori.
La narrazione in alcuni capitoli è veloce, adrenalinica, ti spinge a divorare le righe per sapere come andrà avanti la storia. Non che questo voglia dire che gli altri siano noiosi, anzi danno spazio al lettore per conoscere meglio i personaggi, ma soprattutto quell'ambiente e il mondo dei tatuatori, inserendo dettagli che (chi non è pratico) potrebbe non conoscere.

Una bella lettura che consiglio agli amanti del genere, sia agli amanti dell'inchiostro.
Non fatevelo scappare!



Nessun commento:

Posta un commento