venerdì 24 novembre 2017

Opinione: Deadman Wonderland

 
Ganta Igarashi è un normale studente con una vita semplice fino a che uno strano uomo coperto di sangue e in un’armatura cremisi, appare fuori dalla sua aula. L’Uomo Rosso massacra la classe di Ganta e, invece di farlo fuori, gli impianta nel petto un misterioso cristallo simile a un rubino. Ganta è l’unico sospetto del massacro e condannato alla prigione a vita dentro il penitenziario Deadman Wonderland. La particolarità di questo carcere è che i suoi abitanti hanno un collare che rilascia del veleno letale, il cui unico antidoto è una medicina venduta a caro prezzo dalla stessa prigione. Per accumulare denaro i prigionieri devono partecipare a giochi letali e scontri disumani: ora Ganta è un Deadman
che lotta per la sua vita sperando che sia fatta giustizia.               

 

Vi avevo parlato dell'Anime lunedì (potete trovare qui la mia opinione).
Non vi parlerò della trama, perché l'ho descritta (Spoiler Free!) nell'altra mia opinione e non vorrei ripetermi. Se vi interessa scoprire qualcosa in più, qualche riga sopra c'è il link.

Da curiosa quale sono dovevo scoprire anche la storia su carta, ovviamente più grande ed estesa.
Infatti la trama seguita dall'Anime arriva fino al 5° volume, poi si chiude quella stagione; mentre continua sui Manga.

Quello presente nei primi 5 volumi viene preso e riportato in modo molto fedele sull'Anime (che vi consiglio di guardare, se volete farvi un'idea della storia); vengono tralasciati davvero pochi dettagli, cosa rara.
Andando avanti nella storia però il lettore spera di avere risposte alle tante domande che sorgono spontanee durante la lettura/visione, cosa che però ammetto che non avviene del tutto.
Infatti la trama si allarga, proponendo altri scenari e personaggi, che si intrecceranno con quelli già conosciuti, in modi interessanti ma non sviluppati appieno.
Una delle pecche più grandi di questa storia.
Le idee di base sono geniali ed ottime, che mettono curiosità e portano a continuare la lettura/visione della serie, ma si chiude il tutto con troppe domande e buchi, mai colmati, anzi alcuni aumentano.
Ed è un peccato!

Per il resto i temi restano un po' gli stessi. Il buon animo di Ganta che travolge tutti, lentamente, portando a galla sentimenti che pensavano di aver seppellito (alcuni almeno); la crudeltà di quell'ambiente corrotto che tenta in ogni modo di vincere e di approfittarsi di quelle "cavie" per scoprire quel potere e sfruttarlo al meglio; il mistero che avvolge Shiro e ciò che si nasconde dietro a quel Luna Park/prigione degli orrori;....
Poteva essere sviluppato il tutto in maniera più calma e con più episodi, in modo da dare il giusto spazio ad ogni tematica che spunta fuori.

Nonostante tutto, un buon prodotto, interessante e scorrevole.
Spero nell'Anime che riprenda ad essere (creato e) trasmesso, magari approfondendo ciò che non è stato fatto nei Manga. Incrocio le dita e vedremo!

Nessun commento:

Posta un commento